26/08/16

granita


granita con sciroppo di amarene

La “granita” è entrata nel nostro lessico famigliare negli anni ’70, portata da un venditore porta a porta. Questa modalità di vendita ha avuto parecchio successo ad Atene e immagino un po’ in tutto il paese. Tutte le famiglie che conoscevamo avevano a che fare prima o poi con qualche venditore che per la verità nella maggior parte dei casi era una venditrice che proponeva una dimostrazione di qualcosa a casa. Questo qualcosa quasi sempre erano i tupperware che nel linguaggio greco sono diventati talmente famigliari da essersi meritati il  nome grecizzato e vegezzativo!!! “Taperaki” si dice intendendo un contenitore a chiusura ermetica adatto a contenere cibo cotto senza che ne esca una briciola, una goccia!

22/08/16

composta damaskino / composta di prugne


composta di prugne

Con evidente riferimento a Damasco da cui prendono il nome, le prugne nelle loro moltissime varietà sono uno dei pochi frutti che trovano spazio nella cucina greca. Fresche o secche si utilizzano per il pollame e per il maiale, perfino per uno sorprendente stifado vegano ma non solo. Nelle regioni del nord si usava una varietà di prugna gialla ancora acerba al posto del limone, quando quest'ultimo non si trovava ovunque e in tutte le stagioni dell'anno.