29/05/17

imam baildi


imam baildi
Ci sono alcuni piatti che più di altri richiamano il caldo e le bollenti estati greche e che mi precipito a preparare appena arriva l’estate e ci si comincia a lamentare del caldo che fa!!! Tra questi indubbiamente e nei primissimi posti c’ è l’imàm baildì. Un piatto estivo che sa di sole e di calura, succulento e spartano allo stesso tempo, uno dei migliori esempi della alimentazione mediterranea cui servono pochi ingredienti, umili e senza pretese ma che riescono come per magia a trasformarsi in un piatto gourmet!
“L’imàm è svenuto” è il significato del suo nome. Sul perché dello svenimento dell’imàm ci sono diverse versioni. Una di queste è che l’imàm è svenuto quando è venuto a sapere la quantità di olio che serve per prepararlo. Un’altra racconta che è svenuto quando durante il periodo di ramadàn cui è vietato mangiare durante il giorno, ha sentito gli aromi che si espandevano nell’aria dalla casa di una donna cristiana che lo cucinava.

25/05/17

dolci isole


xerotigana
Se le nostre isole avessero un sapore, saprebbero di miele, cannella e chiodi di garofano, acqua di rose, frutta candita e mandorle tostate, agrumi e masticha.
Dall’  Egeo allo Ionio, dalle Cicladi a Creta, l’elenco dei dolci isolani è infinito. Spesso sono fatti di pochi ingredienti che si trovano ovunque ma combinati in modo diverso da isola a isola. Le forme che cambiano, l’aggiunta di un prodotto locale, un profumo che trovi solo lì, in quell’isola e basta, caratterizzano  i dolci più rappresentativi di ciascuna di loro che le dà sapore, le dà profumo e a noi dà dei dolci caratteristici, squisiti e non ultimo, salutari come la migliore tradizione greca comanda!