07/10/15

katsamaki con feta



katsamaki con feta


Prima di trasferirmi in Italia la farina di mais la conoscevo soltanto di fama; nei racconti di mia madre era quella cosa orribile che mangiavano durante l'occupazione tedesca; ci facevano un pane chiamato bobota e quando l'occupazione finì e i greci potevano permettersi qualcos'altro, la farina di mais sparì e è sopravvisse soltanto nei racconti di qualche ormai vecchio.
La bobota era l'unico modo con il quale si cucinava la farina di mais secondo mia madre; ma lei è  ateniese, quindi del sud del paese, per giunta cittadina  e non sapeva che nelle zone montuose del nord la gente preparava il katsamaki cosa  che anche io del resto ho scoperto da pochissimo.
Se l'avesse saputo sicuramente me ne avrebbe parlato e io una volta trasferita in Italia e vedendo la polenta per la prima volta saprei di cosa si trattasse!
Paradossalmente, la polenta è tornata in Grecia con l'arrivo della cucina italiana e piace! Ma si sa, la cucina italiana piace a prescindere!

Va assolutamente detto che il katsamaki normalmente si preparava con l'acqua. Nessun povero si sarebbe sognato di “sprecare” il latte per cucinare. In genere facevano il trahanas che è un modo per conservarlo.
Il latte lo si usava rare volte, ma io ho voluto proporre la ricetta nella sua versione più ricca!


Ingredienti:
  • 600 ml di latte intero
  • 140 gr. di farina di mais
  • 1 cucchiaio di burro
  • sale
  • 200 gr. di feta
Procedimento:
In una pentola dai bordi alti versare il latte, aggiungere il burro, mettere sul fuoco, salare leggerissimamente e quando il latte comincia a gonfiarsi versare la farina a pioggia. Mescolare continuamente con un cucchiaio di legno per circa 30 minuti. Verso fine cottura aggiungere metà della feta sbriciolata, mescolare per scioglierla, controllare di sale  e servire con altra feta sbriciolata sopra.
E' bene tenere un pentolino con del latte caldo vicino, nel caso bisognasse aggiungerne un poco per una polenta più morbida.

Nota: le dosi latte/polenta così come i tempi di cottura sono adatti alla farina che ho comprato io. Se ne comprate una a cottura rapida o altro, seguite le indicazioni riportate sulla confezione.

polenta con feta



7 commenti:

Chiara Giglio ha detto...

mi piace questo matrimonio italo/greco, sarà un altro buon modo per gustare la feta, grazie Irene ! Buona giornata, un bacione !

Mila ha detto...

Io ti adoro!!!! Pensa che mia mamma quando ero piccola mi preparava sempre la polenta mescolata con pezzi di formaggio, allora non credo che nei negozi vendessero già la feta, ma io preverò a prepararmi questo piattino!!!!

Claudia Di Nardo ha detto...

Ma che particolare ricetta!!!!! c'èla feta che io amo..è da provare!!!:-* un bacione

Ruli ha detto...

Guarda che idea! Polenta cotta nel latte...Il Friuli- nei periodi di
grande miseria- è vissuto di sola polenta, ma non potevano
certo permettersi il lusso di cuocerla col latte. Se potevano,
la inzuppavano nel late...ma talvolta neanche quello.
E' rimasto un cibo di grande tradizione.
Oggi, nelle trattorie, una fettina di polenta accompagna
sempre qualsiasi piatto.
Anche il Piemonte usa mettere formaggio nell'impasto
della polenta...

Renata Baruffi ha detto...

Io sono di origine bergamasca. Le valli bergamasche sono sempre state povere e la polenta faceva le funzioni non solo del pane, ma talvolta anche del companatico.. Il latte per cuocere la polenta, comunque si usa per alcuni budini di mais, ma nella tradizione il latte si usa di più per accompagnare la polenta. Ad esempio un cibo buonissimo, secondo me, e diffuso quando ero bambina ( ma io lo mangio anche ora) è la polenta e latte, una fondina di latte freddo in cui si mette una fetta caldissima di polenta. Niente altro, né zucchero e nemmeno sale, salvo quello che è servito per cuocere la polenta. Mia madre però faceva anche una minestra di polenta e latte, utilizzando la polenta avanzata che veniva tagliata a cubetti e messa a bollire per poco nel latte che in questo caso era leggermente salato. E' una minestra che non piace a tutti ma garantisco che scalda moltissimo.

Nella Crosiglia ha detto...

Guarda mia cara , adoro tutto quello che è cucina greca ...
Mangio la feta come se fosse pane , e spilucco i cetrioli come caramelle..
Impossibile non iscriversi...
Desideri ricambiare ? ne sarei felicissima..
Un abbraccio forte e grazie...
http://rockmusicspace.blogspot.it/

Nella Crosiglia ha detto...

Grazie mia cara, felice della tua preziosa unione..vado a salvare il tuo bel blog!
Felice serata...

Posta un commento