10/03/13

pastitsio in pasta fillo

 
 Che l’amatissimo pastitsio sia di origine italiana (si deduce tra l’altro dal nome) non ci sono dubbi. E’ arrivato dall’ Italia alle isole dello Ionio con la dominazione veneziana, assumendo caratteristiche diverse da isola a isola.
Così, a Corfù c’è il “pastitsio tsi nonas” (il pastitsio della nonna) dove la pasta è avvolta in fogli di pasta fillo e il condimento è fatto di pomodoro, formaggio grattugiato, uova sode a fette, salame, pezzi di pollo.
A Kythira c’è  il “venetsianiko pastitsio” (e non credo ci sia bisogno di tradurre!!!!) , che tradizionalmente si prepara la domenica del carnevale. La ricetta non prevede la besciamella e la pasta  è avvolta in un impasto  soffice e dolce. Il ragù viene preparato con carne e fegato di vitello, in un armonia di sapore dolce salato.
Nel resto della Grecia si è diffusa la versione imborghesita di Tselementès. Cioè strati di pasta alternati a strati di ragù, e in alto uno spesso strato di besciamella.

Nella memoria di ogni greco ci  sono le domeniche con il pastitsio della mamma; pure nella mia. Ma la mia mamma non lo faceva in nessuno dei modi che ho riportato qui sopra. Anziché la besciamella preparava un purè di patate abbastanza denso e spargeva sopra tanto kefalotyri grattugiato. Credo avesse una naturale diffidenza verso le “salse straniere”.
E probabilmente anche se inconsapevolmente, forse per questo,  quando preparo il pastitsio, raramente faccio la versione tradizionale seppur imborghesita di Tselementès come sarebbe naturale,  essendo io cittadina!

Ingredienti:

  •           ½ pollo 
  •           150 gr. di pasta corta  (penne, maccheroni, rigatoni, etc)
  •           ½ bicchiere di vino bianco
  •           1 tazza da the di passata di pomodoro
  •           1 foglia di alloro
  •           1 noce di burro per il pollo
  •           3 cucchiai di olio evo
  •            burro per la pasta fillo
  •           1 uovo
  •           abbondante formaggio grattugiato (ho messo del grana padano)
  •           sale
  •           pepe nero macinato fresco
  •           6 fogli di pasta fillo
Procedimento:
Tagliare il pollo in 4 pezzi e togliere la pelle.
Tamponare con la carta assorbente per togliere l'umidità.
Mettere in una casseruola il burro e l'olio e rosolare i pezzi di pollo da tutti i lati a fiamma vivace. Quando il pollo avrà preso un bel colore,versare  il vino e lasciare evaporare i liquidi per 2  minuti.
Aggiungere la passata di pomodoro, il sale, il pepe e la foglia di alloro, abbassare la fiamma,  coprire  e cuocere per circa 1 ora. Se serve aggiungiamo un pochino di acqua calda.
A fine cottura il pollo deve essere morbido e restare con un po’ di salsa. Togliere dalla carne eventuali pezzi di pelle rimasta e le ossa.
Tagliare la carne a pezzi piccoli o sfilacciarla con le mani. Buttare la foglia di alloro. 

Lessare la pasta in acqua salata secondo le indicazioni riportate sulla confezione, scolare e versarla di nuovo nella pentola con 1 noce di burro e l’uovo leggermente sbattuto. Mescolare bene.

In un pentolino mettere 40 gr. di burro e metterlo sul fuoco per liquefarlo. Tenerlo a portata di mano con un pennello da cucina.
Imburrare  uno stampo e stendere un primo foglio di pasta fillo. Imburrare il foglio della fillo, stendere un'altro, imburrarlo e infine un terzo. 
Versiamo nello stampo metà della pasta, livellare e spargere un bel po’ di formaggio grattugiato.
Aggiungere sopra il pollo con la sua salsa, l’altra metà della pasta e ancora del formaggio grattugiato.  
Coprire lo stampo con altri 3 fogli di fillo imburrati pure questi, e cuocere al forno a 180 gradi per circa 40 minuti.
Togliere dal forno, lasciare riposare per 10 minuti e servire con delle insalate con verdure di stagione.




12 commenti:

Chiara Giglio ha detto...

ho la pasta fillo e di certo farò questa prelibatezza, grazie !

Edith Pilaff ha detto...

Irene,quanti spunti fantastici in un solo post.
La crosta di fillo e' una genialata,secondo me e' meglio di una brisee' o una sfoglia,che appesantiscono un po' il pasticcio.Mi piace poi tanto la maniera in cui lo cucinava la tua mamma,con patate e formaggio.(Niente uova,giusto?)
Un bacione.

Neli ha detto...

Πρώτη φορά το βλέπω Ειρήνη μου αλλά φαίνεται πεντανόστιμο και ξεφευγει απο το συνιθισμενο παστιτσιο,μου άρεσε σαν πιάτο ,φιλιά καλό βράδυ.

Kitchen Stories ha detto...

Απίστευτα όμορφο και επιτυχημένο!
Ειρήνη μου, με κοτοπουλάκι θα είναι πιο ελαφρύ γευστικά και δεν θα του λείπει τίποτε.
Ωραία ιδέα!

Z.

grEAT ha detto...

@chiara
grazie chiara. la fillo diventa una crosta leggera e croccantissima. secondo me non te ne pentirai!
buona settimana.

@edith
sono d'accordo. la fillo è leggera e croccante come dico alla chiara qui sopra.no, niente uova. in ogni caso, ti metto il link qui di una blogger greca (in versione anche inglese) del pastitsio di kythira, tanto per la curiosità. la versione inglese è subito dopo quella greca

http://donkeyandthecarrot.blogspot.it/2011/07/traditional-recipes-from-greek-islands_15.html

grEAT ha detto...

@neli
πραγματι ξεφευγει απο το κλασικο παστιτσιο, αξιζει κατα την γνωμη μου και ειναι και πολυ γρηγορο για να φιαχτει.
φιλακια νελλη, καλη εβδομαδα

@ζαμπια
ωραιο ειναι και με κοτοπουλακι οντως! σε ευχαριστω ζαμπια.
καλη εβδομαδα

mm_skg ha detto...

Καλημερα Ειρηνη!
Πολυ ωραιο αυτο το παστιτσιο με τα φυλλα! Θα το δοκιμασω το διχως αλλο!
Φιλια!

Ειρήνη Ε. ha detto...

Ειρήνη, ωραία η προσθήκη του κοτόπουλου αντί του βοδινού κιμά. Σίγουρα δίνει άλλο τόνο στο παστίτσιο, που και εγώ ως βενετσιάνικο το γνωρίζω. Μου αρέσει η ιδέα αυτή, για μπουφέ ή τραπέζι. Εμείς εδώ είμαστε στην εβδομάδα της Τυρινής. Το παστίτσιο σου, είναι μια ωραία πρόταση.
Καλή εβδομάδα.

Penelope ha detto...

Αποκτά άλλη χάρη (και φωτογένεια επίσης) το παστίτσιο έτσι φτιαγμένο Ειρήνη μου!

edvige ha detto...

Forse prima o dopo si troverà più facilmente la pasta fillo ora che si trova anche sui giornali che parlano di cucina sempre più spesso con immagini di confezione di ditte al momento a me sconosciute. Surgelate le trovo ma le devo usare tutte una volra scongelate. Buona ricetta super grazie e buona settimana

ΕΛΕΝΑ ha detto...

Ομορφη παρουσίαση, ξεχωριστή!!!
Γεια στα χέρια σου Ειρήνη μου!
Φιλιά, καλή βδομάδα!

AdriBarr ha detto...

Non ho mai visto questa torta. E bella!

Posta un commento