30/12/16

capperi stufati / kapari giachnì


cucunci stufati
I capperi sono caratteristici delle Cicladi. Il terreno arido e roccioso delle isole ben si adatta alla pianta che cresce spontanea tra le rocce o sui muri di pietra. Gli abitanti, beati loro, bisogna dirlo ormai, una volta scappavano tutti per andare ad Atene, ora chi ci vive è considerato privilegiato e a ragione veduta, dicevo gli abitanti raccolgono i capperi e li preparano o “alla santoriniota” cioè li fanno essiccare al sole, oppure in salamoia o sotto sale. Insieme ai boccioli raccolgono e mettono in salamoia anche i cetriolini alias cucunci e le foglie della serie “nulla viene sprecato”. Le foglie sono molto apprezzate alle isole di Tinos e Syros come riporta Dimitris Rousounelos nel suo prezioso libro “La cucina di Mykonos”. Peccato che qui non le trovo da nessuna parte. Ne faccio scorta quando vado in Grecia, sono deliziose per arricchire le insalate e già che ci sono lancio un appello: se qualcuno sa dove posso trovare foglie di capperi in salamoia me lo faccia sapere per favore!!

Questo piatto che mi è sembrato quasi bizzarro quando ne ho sentito parlare, l'ho mangiato per la prima volta qualche mese fa in una taverna ateniese per accompagnare un poco di vino. Si prepara con i capperi, i cucunci sono una mia iniziativa!!!!!
Si può semplicemente mangiarlo così, con del pane, oppure “maritare” la fava, ma accompagna deliziosamente anche del pesce al forno.


Ingredienti:
  • 50 / 70 gr. capperi o  cucunci 
  • 2 cucchiai di olio evo
  • 1 cipolla  tritata
  • 1 bicchiere di vino bianco
  • 1 pomodoro grande maturo (in alternativa 1 piccola scatola di polpa di pomodoro)
  • fior di sale
  • pepe macinato fresco
cucunci stufati

Procedimento:
Se i capperi sono sotto sale dissalarli mettendoli in ammollo in acqua fredda per un'ora e cambiando l'acqua 3 – 4 volte. Se sono invece in salamoia, sciacquarli abbondantemente sott'acqua corrente.
In entrambi i casi asciugarli bene.
Versare l'olio in una padella e far appassire a fiamma bassa la cipolla.
Incidere una croce sulla base del pomodoro, metterlo in acqua bollente per 2 minuti, spellarlo e tagliarlo a cubetti.
Aggiungere il pomodoro alla cipolla e quando avrà staccato il bollore, sfumare con il vino.
Lasciare evaporare per 2 minuti e aggiungere i capperi interi se sono piccoli o tritati grossolanamente dopo aver scartato il gambo se sono cucunci.
Salare, macinare del pepe, coprire e cuocere a fiamma lenta per circa 15  minuti.
Ritirare dal fuoco, lasciare intiepidire e servire come più vi piace!!!!

cucunci stufati



11 commenti:

Claudia Biggi ha detto...

Che bella ricetta originale! Tra l'altro adoro i capperi e adoro la cucina greca, quindi immagina te ahah
Vorrei chiederti come si fanno le foglie in salamoia, se lo sai. Ho un paio di piante e potrebbe essere un'idea. Grazie mille :-)

Claudia Di Nardo ha detto...

Amo i capperi.. che ricettina pazzesca!!!!! Un bacione cara.. e buon 2017!!!! :-*

Anonimo ha detto...

Curiosa, da provare.
Annalisa

Batù Simo ha detto...

Li assaggerei molto volentieri, io amo i capperi! Buon Anno :-)

Great Mangiaregreco ha detto...

@claudia
non lo so, ma mi informo da bloggers affidabili. devi avere soltanto un poco di pazienza; tra qualche giorno ti dico

@claudia
grazie!!! felice anno !

@annalisa
infatti anche a me è sembrata curiosa ma vale.

@batù simo
grazie!!! Felicissimo anno anche a te.

edvige ha detto...

Io adoro sia i capperi che i cucunci, mi piace il sapore. Proverò a mettere misto per i cucunci sono pù grandini.
Adoro quella padella che è la stessa delò saganaki. Ho cercato di trovarla ma proverò su Amazon.
Piacerebbe anche a me le foglie....
Quando provo te lo dico intanto BUON ANNO mia cara amica a te ed a tutti i tuoi cari che porti salute e felicità e quello che desideri.
Un abbraccio.

Anonimo ha detto...

le foglie di cappero le potete trovare qui: https://www.santowines.gr/ (Santo Wines di Santorini).

saluti e complimenti

Great Mangiaregreco ha detto...

@edvige
la padella è proprio quella del saganaki! :) la prossima volta che vado in grecia (sarà per marzo) te ne prendo uno e te lo spedisco.
con l'occasione auguri di buon anno.

@Santo Wines di Santorini
grazie mille per la segnalazione.

Claudia Biggi ha detto...

Anonimo grazie per il link, ma io vorrei la ricetta, non acquistarli già pronti ;)
Aspetterò tranquillamente eventuali notizie dai bloggers

Chiara Giglio ha detto...

i cucunci sono i frutti del cappero, così mi hanno detto in Sicilia, non penso siano cetrioli, comunque mi piacciono da matti !Bella ricetta mediterranea ! Buon anno Irene, un bacione

Great Mangiaregreco ha detto...

si infatti Chiara. sono i fiori del cappero ma si chiamano anche cetriolini. tutto qui!!!
Buon Anno anche a te, che sia un anno come desideri.
un bacio

Posta un commento