22/10/16

arakàs laderòs / piselli stufati al pomodoro



piselli stufati al pomodoro


Tutti noi siamo cresciuti con i laderà. Piatti vegan come diremmo, anzi come diciamo oggi, senza traccia di carne o grasso di origine animale. Verdure che si fanno stufare in casseruola, farcite con riso, cosparse di cipolle, la caratteristica dei laderà è l'utilizzo di olio e qui immagino non ci sia bisogno di specificare di quale olio si tratti quando si parla di cucina greca!
Verdure di stagione, olio di oliva che in passato si usava abbondantemente ma che oggi tendiamo a ridurre drasticamente, salsa di pomodoro o pomodori freschi, erbe aromatiche e il gioco è fatto.

Sta poi alla sapienza e la mano esperta di chi prepara il piatto saper dosare i liquidi, il pomodoro, trovare il giusto equilibrio all'abbinamento delle verdure e il giusto dosaggio delle erbe aromatiche. Troppe stroppiano, poche non bastano a esaltare e legare i profumi ma su questo punto ognuno trova il suo personale stile!
Al pari dell'olio che tendiamo a ridurre, tendiamo a ridurre anche i tempi di cottura. Se una volta eravamo il popolo del troppo cotto, praticamente dello spapolato, ora abbiamo imparato che le verdure danno il loro meglio se restano un poco al dente e già che l'abbiamo imparato cerchiamo anche di applicarlo senza esagerare però. Le verdure devono essere morbide e succose, appena resistenti ai denti. 

piselli stufati

Ingredienti:
  • ½ chilo di piselli già sgranati
  • 2 carote medie
  • 2 patate medie
  • 1 piccola cipolla bionda tritata
  • 3 cipollotti (foglie verdi incluse) tritati
  • 1 cucchiaio da minestra di doppio concentrato di pomodoro
  • aneto tritato
  • sale
  • pepe
  • una tazzina da caffè di olio evo
piselli stufati al pomodoro

Procedimento:
In una casseruola bassa e larga versare metà dell'olio e far appassire a fiamma bassa la cipolla insieme ai cipollotti per dieci minuti.
Pelare le carote, lavarle e tagliarle a rondelle.
Pelare le patate, lavarle e tagliarle a spicchi.
Quando le cipolle e i cipollotti saranno appassiti, aggiungere le carote e le patate, metà dell'aneto tritato e insaporire mescolando delicatamente. Aggiungere i piselli e il concentrato di pomodoro diluito in un bicchiere di acqua calda (volendo anziché acqua utilizzare del brodo vegetale). L'acqua deve coprire quasi per metà le verdure. Salare, mescolare e coprire. Cuocere a fiamma bassa per venti minuti.
Trascorsi i 20 minuti, controllare il sale, macinare del pepe, versare il resto dell'olio e dell'aneto, e continuare la cottura senza coperchio per 5 minuti ancora affinchè evaporino i liquidi e la salsa non resti acquosa.
Lasciare riposare per 15 minuti e servire con del pane e della feta irrorata con un filo di olio che è la morte sua!!!!

Se non è stagione di piselli, il piatto può essere preparato con i piselli surgelati. In questo caso, mettere dell'acqua in una pentola, portarla a bollore e sbollentare i piselli per 3 minuti.
Scolarli, e aggiungerli nella casseruola negli ultimi 10 minuti.

piselli stufati al pomodoro




6 commenti:

Claudia Di Nardo ha detto...

Ma che buoni così i piselli!!! Io li faccio sempre e solo con cipolla e pancetta. invece.. Li farò anche io così presto! baci e buon sabato :-D

lacucinadinuccia ha detto...

Una ricetta da segnare! Grazie, buon fine settimana! Elen

Chiara Giglio ha detto...

mi piace molto la tua variante, userò l'aneto la prossima volta ! Buona domenica Irene, un abbraccio

edvige ha detto...

Buonooo i piselli mi piacciono tantissimo. Grazie cara e buona serata.

edvige ha detto...

PS. Domani faccio il tuo saganaki.

Great Mangiaregreco ha detto...

@claudia
sono sicura ti piaceranno un sacco!

@nuccia
grazie! buona settimana

@chiara
si fa un pò fatica a trovare l'aneto, ma è ingrediente indispensabile! pensa che l'ultima volta che sono stata ad atene ho comprato i semi, solo che si piantano in primavera!!!! :( devo aspettare....

@edvige
grazieeeeeeee!!! fammi sapere del saganaki!

Posta un commento