09/01/16

revythokeftedes di Sifnos / polpette di ceci di Sifnos



revythokeftedes di Sifnos

Le vacanze dei greci più o meno fino agli anni '70 erano un privilegio che non tutti si potevano permettere. Nei decenni successivi le cose sono cambiate radicalmente e da privilegio di alcuni sono diventate diritto acquisito o almeno considerato tale, di tutti. Ciclicamente purtroppo si torna lentamente da dove si è partiti ma questa è un'altra storia.....
Fino ad allora la maggioranza di chi poteva fare ferie di una certa durata, era originario di qualche isola o paese di montagna o di campagna e aveva la casa paterna dove andare, oppure veniva ospitato da parenti.
I cittadini originari restavano in città ma non rinunciavano mai ai bagni di mare che questi sì che erano  un diritto, sancito perfino da   Andreas Papandreou che   verso la fine degli anni '80 si è appellato al "rispetto per i  bagni del popolo” per rifiutarsi di rincorrere a elezioni anticipate!
Buona parte dei greci quindi le isole le conosceva soltanto di nome. Alcune perchè studiate a scuola e altre dai titoli dei giornali che riportavano le vacanze di divi stranieri e greci!
Sifnos invece era conosciuta per altri motivi. Per aver dato i natali a Nikolaos Tselementès (chef di cui il nome è diventato sinonimo di ricettario) e per l'artigianato di terrecotte di cui ho parlato qui.

Evidentemente i suoi abitanti amano molto i ceci e io pure!!!!....


Ingredienti:
  • 150 gr. ceci
  • 120 gr. di patate (una grande o 2 piccole)
  • 1 cipollotto (foglie verdi incluse) tritato
  • maggiorana fresca tritata (o secca)
  • menta fresca tritata (o secca)
  • prezzemolo tritato
  • sale
  • pepe macinato fresco
  • olio per friggere
  • farina per infarinare

Procedimento:
Mettere in ammollo i ceci per 20 ore cambiando l'acqua dopo 10 ore. Scolarli, asciugarli e tritarli in un mixer fino a ridurli in una poltiglia.
Lessare le patate, sbucciarle e ridurle in purè con lo schiacciapatate oppure con una forchetta. Mescolare i ceci con le patate, aggiungere il cipollotto tritato, la menta il prezzemolo e la maggiorana, salare e macinare del pepe. Impastare bene con le mani fino ad amalgamare gli ingredienti, mettere in una ciotola, coprire con pellicola e mettere in frigo per un'ora.
Togliere dal frigorifero e prendendo poco impasto alla volta formare delle polpettine leggermente appiattite.
Infarinare e friggere in abbondante olio bollente. Scolare e appoggiare su carta assorbente.
Servire caldissimi con una salsa allo yogurt come segue:
Versare un vasetto di yogurt auspicabilmente greco in una ciotolina, aggiungere uno spicchio di aglio pestato nel mortaio, mezzo cucchiaio di limone, sale, pepe, un cucchiaio di olio evo e mescolare. Se avete della mentuccia fresca mettetene un poco tritata.


Nota: con le quantità degli ingredienti che ho riportato ho una decina di polpette. Basta aumentare le quantità per ottenerne di più!!!

revythokeftedes Sifnou



8 commenti:

cristiana2011 ha detto...

Idea!!!
Grazie.
Cristiana

matematicaecucina ha detto...

le copio di sicuro! buon w.e. Laura

edvige ha detto...

Buone le polpette di ceci mi ricordano un pò i falafel. Preso nota li devo fare. Buona fine settimana.

virgikelian ha detto...

Bellissima ricetta, grazie la copio anch'io, mi piacciono tanto anche i ceci....
Buon Anno cara Irene.

Ruli ha detto...

Mi piacerebbe davvero provarle, ma il marito non sopporta il fritto in genere, :(((

Chiara Giglio ha detto...

Sifnos la conosco dai racconti di conoscenti che sono originari dell'isola, è defilata e poco turistica, mi piacerebbe molto andarci ! Buone le polpette di ceci! Felice domenica Irene, un abbraccio

Andrea ha detto...

Anch'io amo i ceci e questa ricetta è perfetta per quando viene il mio genero vegetariano! La rifarò di sicuro. Un abbraccio

Gabry ha detto...

Gnam! Queste polpette le porterò presto in tavola.
Grazie per la ricetta

Posta un commento