14/12/17

cake alle castagne


cake alle castagne
Quasi sempre compro le castagne con un intento ben preciso: farne un dolce. In realtà quello che accade puntualmente è che non raggiungo l’obiettivo perché quasi sempre le mangio prima. Bollite, arrostite, perfino crude non le disdegno!!! Ma il massimo per me è arrostirle e condividerle con gli amici con un bicchiere di vino rosso giocando a carte.
Meravigliosi frutti che ci portano dall’autunno all’inverno. Calde, confortanti, versatili e performanti!

Di ricette con le castagne ne abbiamo tante nella nostra cucina greca, sia dolci che salate.
E questa volta dato che ne sono sopravvissute abbastanza per preparare una ricetta, ho deciso di fare un dolce.
E’ un cake che richiama vagamente il castagnaccio con un retrogusto leggermente amaro. Perfetto per mangiarlo sorseggiando una tazza di tè!
Ingredienti:
  • 200 gr di castagne (da pulire)
  • 320 gr di farina 00
  • 170 gr di burro
  • 220 gr di zucchero
  • 100 gr di cacao non zuccherato
  • 140 ml di latte leggermente intiepidito
  • 3 uova medie
  • 1 cucchiaino e mezzo di essenza di vaniglia
  • un cucchiaino di baking powder (lievito chimico)
  • un pizzico di sale
Finitura:
  • zucchero a velo
  • ciliegine candite (facoltative)
Procedimento:
Per prima cosa lessare le castagne.
Lavarle per togliere eventuali polveri e con un coltellino affilato incidere una croce su ciascuna.
Metterle in una pentola e versare sopra abbondante acqua fredda fino a coprirle del tutto. Aggiungere un pizzico di sale e lessarle per circa mezz’ora da quando l’acqua stacca il bollore. Il tempo è indicativo, molto dipende dalle dimensioni delle castagne. Se sono grandi sarà necessario un po’ più di tempo. In ogni caso, quando saranno morbide scolarle.
Lasciarle raffreddare per poterle toccare con le mani senza scottarsi e sbucciarle tirando la buccia dai lembi dove è stata incisa la croce.
Una volta sbucciate, mi raccomando di togliere del tutto anche la pellicina interna tritarle al coltello. Metterle in una terrina e tenere da parte.

Portare il burro a temperatura ambiente.
Metterlo in una terrina insieme allo zucchero e lavorarlo con la frusta fino a farlo diventare spumoso.
Aggiungere una alla volta le uova, la vaniglia e il latte. Incorporare lavorando sempre con la frusta.

Accendere il forno a 190 gradi.
Rivestire uno stampo da plum cake con carta forno.

Setacciare la farina con il baking powder. Aggiungere un pizzico di sale e il cacao. Mescolare bene per amalgamare gli ingredienti.

Versare la metà della farina nella terrina dei liquidi. Mescolare con una spatola per incorporare la farina e versare anche l’altra metà. Lavorando con la spatola amalgamare bene gli ingredienti.
Aggiungere le castagne mescolare bene di nuovo per distribuirle uniformemente.
Versare il composto nello stampo.
Sbattere sul tavolo lo stampo per livellare bene e infornare per circa un’ora.
Per verificare la cottura, trascorsi 45 minuti fare la prova stecchino. Infilare nel cake uno stuzzicadente o la lama di un coltello. Se escono puliti il cake è pronto. Diversamente lasciare ancora nel forno per una decina di minuti.

Sfornare, lasciare raffreddare e capovolger e sul piatto di portata.
Spargere sopra dello zucchero a velo e  facoltativamente decorare  con le ciliegine candite.



3 commenti:

giulia pignatelli ha detto...

Davvero bello Irene! Non pdnsavo che la cucina greca avesse la tradizione dei dolci con castagne..

Great Mangiaregreco ha detto...

@giulia
tradizione secolare credo che ne abbia le castagne sciroppate e poco altro (che io sappia almeno ) ma dolci che si sono consolidati negli ultimi decenni e che ormai sono stati assimilati da tutti ce ne sono diversi.

Chiara Giglio ha detto...

non ho mai fatto un dolce con le castagne, però la tua ricetta mi attira molto !Un abbraccio

Posta un commento