01/04/17

pastourmadopita


pastourmadopita
La pita di Cesarea come viene chiamata altrimenti è compaesana di San Basilio di Cesarea che porta i doni ai bambini secondo la tradizione greco ortodossa. Il suo ingrediente principale, il pastourmas, che dà anche il nome alla pita non ammette mezze misure: o lo ami o lo odi. Diverso il discorso per la pita in cui il pastourmas si fonde in perfetta armonia con la dolcezza del kaseri. Il pomodoro e le spezie completano il sapore sorprendentemente rotondo di una pita fatta e non a caso famosa per persone dai gusti robusti.

Il pastourmas che ho utilizzato è di carne di manzo che è il più comune da filetto o coscia, ma può essere preparato anche da carne di pecora, maiale, bufalo o cammello. La fama di pastourmas di cammello come il migliore in assoluto, poco ha a che fare con la carne in sé e molto con l'aria esotica che emana e forse anche per questo il prezzo quasi proibitivo di € 75,00 al kg che l'ho trovato!!! Da sempre il pastourmas migliore si è fatto con carne di manzo di alta qualità. Nella Cappadocia, come racconta Pavlos Erevnidis nel suo libro “il pastourmas” i locali preparavano il pastourmas dai loro cammelli per consumo proprio e mai per commercio.
Il pastourmas di cammello l'ho assaggiato per la prima volta al flagship store Yoleni's, nella foto  il ragazzo del banco salumi e formaggi che mi offre la fettina da provare. Un po' forte per i miei gusti ma se andate ad Atene e lo trovate chiedetene un assaggio! E' sempre un'esperienza..... 
pastourmas
Ingredienti: (per una teglia di 23 cm. di diametro)
  • 8 fogli di pasta fillo
  • 80 gr. di pastourmas di manzo
  • 130 gr. di kaseri
  • 7 pomodorini ciliegino
  • 60 gr. di yogurt intero (circa la metà di un vasetto)
  • mezzo cucchiaino di cumino
  • pepe nero macinato fresco
  • prezzemolo tritato
  • 2 cucchiai di olio evo +
  • olio evo per oliare la pasta
pastourmadopita
Procedimento:
Farcitura:
Lavare i pomodorini, tagliarli a metà e spremerli leggermente per far uscire un po' di liquido.
Sistemarli su un canovaccio con la parta tagliata all'ingiù e lasciarli asciugare.
Togliere senza pignolerie la pasta intorno al pastsourmas, se ne resta un'idea qua e là il risultato finale ne guadagna.
Tagliare a dadini piccoli il pastourmas e il kaseri.
In una ciotola mescolare il pastourmas con il kaseri, aggiungere le erbe aromatiche tritate, il cumino, il pepe e l'olio evo e mescolare.
pastourmadopita
Composizione e cottura:
Accendere il forno a 180°.
Oliare la teglia e stendere il primo foglio di pasta. Oliarlo e proseguire stendendo la metà dei fogli, (quelli leggermenti più grandi), e lasciando che fuoriescano i bordi dalla teglia. Spennellare con l'olio ogni foglio, tranne l'ultimo. Steso l'ultimo, stendere uniformemente la farcitura di pastourmas e kaseri, distribuire i pomdorini e con un cucchiaio versare a cucchiaiate dello yogurt sulla farcitura. Stendere il resto dei fogli oliando sempre ciascuno di loro. Steso l'ultimo, oliari i bordi che fuoriescono dalla teglia e girarli arrotolandoli sulla pita creando una sorta di corona.
Con un coltello affilato incidere la pastourmadopita a porzioni e infornare.
Cuocere per circa 40 – 45 minuti.
Togliere dal forno, lasciare riposare e raffreddare per circa 20 minuti senza coprire mai altrimenti la fillo si inumidisce.

Servire come mezès per accompagnare un bicchierino di tsipouro oppure anche come pasto accompagnata da insalata a foglia di colore vario.  

pastourmadopita

info sul libro citato: pandespani




8 commenti:

Chiara Giglio ha detto...

non immagino nemmeno il sapore ma essendo un'amante della cucina greca in assoluto penso che mi piacerebbe, un abbraccio

Batù Simo ha detto...

ma che bontà dev'essere! la carne di cammello non l'ho mai assaggiata non so se la mangerei mah... probabilmente questioni di abitudini culturali, come per tutte le cose. Certo offerta da quel ben ragazzo sorridente si assaggerebbe più fiduciosi :-)

Great Mangiaregreco ha detto...

@chiara
la prossima volta che vai in grecia, prova il pastourmas, fatti dare un piccolo assaggino. è un salume molto particolare soprattutto grazie alla pasta che lo ricopre.

@simo
è buonissima!! per buongustai!!! :) anche io non avevo ma mangiato la carne di cammello ma non stranisce per nulla. un pò forte, tutto li. certo, il ragazzo con il sorriso ispira fiducia, hai ragione!!!!

Claudia Di Nardo ha detto...

Non conosco questo spettacolo di torta rustica.. Visto ciò che c'è dentro mi piacerebbe tanto.. sai che amo la cucina greca!!! Un abbraccio e buona domenica :-*

Carmine Volpe ha detto...

Che bello sembra di stare in Grecia, la prossima volta che vado ad atene lo provo il filetto di cammello

Dolci a gogo ha detto...

Adoro tutto quello che è greco e la cucina la amo tutta e questa torta salata è divina!!Baci,Imma

Mila ha detto...

Perchè se penso alla cucina greca mi vengono solo in mente cose buone e soprattutto sole e vacanze?
Per cui mi fido ciecamente e sono quasi certa di cadere in piedi!!!
Complimenti

Great Mangiaregreco ha detto...

@claudia
si, in effetti quasi nessuno propone questa torta, data la particolarità del salume.
in genere si fa in casa!
buona domenica un abbraccio

@carmine
grazie! il pastourmas di cammello non si trova ovunque, ma è più facile trovarlo rispetto al passato. in alcuni punti molto forniti, lo trovi. se vai ad atenee ti posso dire dove lo trovi sicuramente.

@dolci a gogo
grazie Imma! Meritatamente, la cucina greca è molto amata da chi la conosce!
buona domenica

@mila
grazie Mila. Sole, vacanze e un certo tipo di cucina sono attrattive mooooolto apprezzate da tutti, (me inclusa) e in effetti su queste si basa il turismo che attira milioni di vacanzieri all'anno!
grazie dei complimenti!
buona domenicca

Posta un commento