04/09/13

riso al pomodoro





Spesso un motivo di discussione a casa mia sono i condimenti. Di pasta o di riso che siano, per il mio gusto sono sempre troppo. Di quantità. Troppo condimento. Troppo pomodoro sulla pasta, troppo ragù, troppe vongole, troppo pesto,  e via sciorinando….  Per i miei gusti troppo sugo annega la pasta, soprattutto questa, ma anche il riso e alla fine i sapori dei vari sughi dominano incontrastati creando un bello squilibrio.  Cerco quindi di dosare con parsimonia la quantità di sugo, spesso scontentando i miei commensali, ma cosa devo dire…. decide chi fa la spesa e cucina.


Ingredienti:
-          una tazza da tè di riso parboiled
-          una tazza e mezza di acqua
-          2 pomodori grandi maturi
-          1 cipolla tritata
-          1 tazzina da caffè di vino bianco
-          una punta di doppio concentrato di pomodoro
-          1 uovo
-          50 gr. di feta
-          1 manciata di pecorino romano grattugiato
-          origano fresco tritato
-          sale
-          pepe nero macinato fresco
-          olio evo
-          pan grattato per la teglia
Procedimento:
Facciamo appassire la cipolla nell’olio evo. Uniamo i pomodori spellati e tagliati a dadini insieme al doppio concentrato di pomodoro diluito in poca acqua. Sfumiamo con il vino e cuociamo per circa 15 minuti a fiamma media.  Aggiungiamo l’origano, saliamo leggermente, pepiamo, mescoliamo, e dopo qualche minuto ritiriamo dal fuoco.
Mettiamo a bollire l’acqua con pochissimo sale. Quando stacca il bollore versiamo il riso, sgraniamo con una forchetta, copriamo e lessiamo per circa 10 minuti, o comunque finchè non sia assorbita l’acqua. Il riso deve restare parecchio al dente.
Versiamo il sugo sul riso, uniamo la feta sbriciolata con le mani, mescoliamo e lasciamo intiepidire. Sbattiamo leggermente l’uovo e lo uniamo al riso. Amalgamiamo bene.
Oliamo leggermente una teglia e spargiamo un poco di pangrattato. Versiamo il riso, livelliamo bene, spargiamo sopra il formaggio grattugiato e inforniamo a 190  gradi per 20 minuti.
Lasciamo intiepidire un poco e serviamo.



4 commenti:

matematicaecucina ha detto...

io invece adoro il troppo! per me la pasta, il riso
sono un pretesto per mangiare golosi sughetti e magari fare la scarpetta :)
buona giornata!

matematicaecucina ha detto...

io lo preparo con la napoletanissima scamorza, lo proverò con la feta

Andrea ha detto...

Buono buono buono! Anche a me piace la pasta al sugo, ma senza mettercene troppo: il colore deve rimanere rosato! Baci

Chiara Giglio ha detto...

la feta nel risotto devo proprio provare a metterla, grazie per la ricetta Irene ! Buon we, un abbraccio !

Posta un commento