28/07/13

boureki chaniotiko




Non sono una persona come spesso si sente dire: “sono entrata in cucina all’ età di 3 anni e da allora non sono più uscita”. Io non sono una persona così. In cucina ci sono entrata da ragazza e per necessità. E   la cucina greca non era tra le mie priorità. Avevo tutta una cucina nuova intera da esplorare che a tratti sembrava vicina alla cucina greca,  ma l’impressione era ingannevole. In realtà parecchio lontana, sicuramente  la cucina del nord che ho conosciuto per prima. 
Sono tornata alla cucina greca per nostalgia. Una nostalgia struggente, di sapori e profumi d’infanzia, di atmosfere greche, lontane,  e non solo per la distanza. 

Se in cucina ci sono entrata da ragazza, nei negozi alimentari ci  sono entrata da infante e potessi  passerei  la vita in una drogheria o in un negozio di frutta e verdura, curiosando  tra gli scaffali, annusando  e cercando non so quale ultima novità o folgorata dalla visione di un prodotto dimenticato.
E’ il mio sport preferito, ovunque vada, anche se ho pochissimo tempo, ne trovo sempre sufficiente per andare ai mercati, entrare nei negozi e magari passarci dentro  più tempo possibile, uscendo felice anche se non dovessi compare nulla, ma questo non accade praticamente  mai!!!

foto da qui

E così, chi come me  pratica questo sport e va a Chanià,(Creta)  non se ne pentirà se entra nel mercato comunale, il cuore pulsante della città e uno dei suoi gioielli, costruito a forma di croce con 4 ingressi e  inaugurato dallo statista Eleftherios Venizelos nel 1913. Nei circa 75 negozi che si trovano all’interno, ci si passano delle ore e si possono trovare i formaggi cretesi per preparare questa ricetta.
Ho sostituito i formaggi cretesi con degli altri, e avendo per mia grandissima felicità trovato le zucchine trombetta ho usato queste, sicchè ho italianizzato una tradizionale ricetta cretese! Non male direi!

Ingredienti:
per il ripieno:
-          300 gr. di zucchine (io ho usato le trombetta)
-          300 gr. di patate
-          120 grammi di quartirolo lombardo sbriciolato
-          una manciata generosissima di caciocavallo  a scaglie
-          1 uovo
-          1 tazzina da caffè di latte
-          menta fresca tritata
-          sale
-          pepe nero macinato fresco
-          olio evo per la superficie
-          sesamo
per la pasta:
-          1 tazza da tè di farina per tutti gli usi
-          2 cucchiai di olio evo
-          1 cucchiaio di vino bianco
-          un pizzico di sale
-          circa mezza tazzina di acqua

Procedimento:
Innanzitutto prepariamo la pasta. Versiamo la farina in una ciotola con un pizzico di sale, aggiungiamo l’olio, il vino e l’acqua e impastiamo fino a ottenere un’impasto elastico e soffice. Nel caso risultasse troppo appiccicoso, infariniamo le mani e continuiamo a impastare.
Copriamo l’impasto e lasciamo riposare per mezz’ora.
Tagliamo a rondelle sottili le zucchine e le mettiamo in uno scolapasta salandole leggermente e le lasciamo per mezz'ora. Facciamo lo stesso con le patate.


Oliamo una teglia rettangolare di cm.  26 x 18. Prendiamo la pasta, la dividiamo in due e la stendiamo nelle dimensioni della teglia, una sfoglia un poco più grande.  Stendiamo la sfoglia più grande facendola aderire bene e giriamo verso l’esterno la parte eccedente.  Stendiamo uno strato di zucchine e uno di patate. Aggiungiamo un poco di menta fresca, spargiamo una manciata dei formaggi e maciniamo un po’ di pepe.
Ripetiamo un’altra volta il tutto. Sbattiamo l’uovo con il latte e versiamo sopra. Giriamo i bordi in eccedenza della pasta sul ripieno e copriamo con l’altra sfoglia. Con un pennello oliamo la superficie e spargiamo del sesamo.
Cuociamo a 180 gradi per un’ora.
Servire tiepida o a temperatura ambiente che con il caldo che fa, sempre tiepida sarà.

Nota: non aggiungiamo altro sale, sia per via dei formaggi saporiti, sia per il sale che abbiamo versato sulle zucchine e patate da crude.




8 commenti:

๓คקเ ha detto...

Pure io adoro andare nei negozietti delle città che visito e anch'io sono felice solo a stare lì dentro, senza bisogno di comperare nulla... peccato che trovi sempre qualcosa che valga la pena acquistare!!! :-)

Questa boureki al formaggio ha l'aria deliziosa: aspetto solo che la temperatura si rinfreschi per provarla!
Un abbraccio.

nadia ha detto...

Sono stata al mercato di Chanià alcuni anni fa ed è davvero fantastico come lo descrivi, anche la cittadina mi era piaciuta molto.
Grazie per la ricetta, mi attira molto, la farò presto

nadia ha detto...

Scusami Irene, ma che tipo di formaggi usano a Creta per questa preparazione?

grEAT ha detto...

@nadia
a chania usano il pichtogalo (formaggio DOP che si fa soltanto a Chania) e l'anthotiro, come dice la mia cretan blogger di fiducia! :)
un abbraccio

virgikelian ha detto...

Che bella ricetta !!! Grazie Irene.
Se avrò occasione di andare a Chanià lo visiterò certamente. Anch'io sono una che visita sempre i mercati con le specialità locali. Un abbraccio,

nadia ha detto...

Grazie Irene, un abbraccio

Anonimo ha detto...

Ciao, sono tornata da una settimana da Chanià e mi e' rimasta nel cuore!!!!!!! ho cucinato il Boureki gia' due volte da quando sono tornata e oggi cercavo proprio lea ricetta esatta. Grazie

grEAT ha detto...

mi fa molto piacere. a parte i formaggi, è l'autentica ricetta cretese che ho preso da una foodblogger cretese di consolidata fama.
irene

Posta un commento