01/03/16

melitzanopita / pasta fillo farcita con melanzane



melitzanopita
Il primo di Marzo di ogni anno preparavamo un braccialetto con un cordoncino bianco e uno rosso intrecciati tra di loro. 
benaki museum

Lo chiamavamo “martaki” (Martios =Marzo) e lo mettevamo al polso affinchè ci ricordasse di stare attenti al sole che già cominciava a scaldare parecchio! Il braccialetto si consumava lentamente e a un certo punto si rompeva ma tra superstizione e richiamo il suo compito l'aveva già assolto e noi non ci eravamo bruciati dal sole! E' un'usanza che vige tutt'ora, forse con minore frequenza, ma non del tutto dimenticata...
Non ho preparato braccialetti, d'altronde a Milano non servono, ma gli auguri di Buon Marzo li faccio comunque! BUON MARZO!

melitzanopita

Ingredienti:
Farcitura:
  • 600 gr. di melanzane (viola, rotonde, lunghe, quelle che volete)
  • 1 cipolla bianca tritata
  • 3 pomodori pelati
  • 2 cucchiai colmi di trahanas (sostituibile con pangrattato)
  • 150 gr. di feta sbriciolata
  • 1 uovo
  • prezzemolo tritato
  • cumino
  • sale
  • pepe nero macinato fresco
  • olio evo
Procedimento:
C’è chi pela le melanzane, io non ne capisco il motivo pertanto questo passaggio lo salto!
Tagliare il picciolo alle melanzane, lavarle, tagliarle a cubetti e metterle in acqua fredda salata mettendo un piatto a contatto per tenerle sott’acqua e lasciarle così per un’ora.
Trascorsa l’ora scolare, sciacquare, strizzare bene con le mani per togliere l’eccesso di acqua e metterle tra due canovacci per asciugarle.
Velare una casseruola con qualche cucchiaio di olio evo e far appassire la cipolla tritata. Aggiungere le melanzane, salare leggermente e far stufare a fiamma bassa fino ad ammorbidirle. Aggiungere i pomodori pelati tagliati a cubetti, il prezzemolo tritato, il cumino, salare leggermente (ricordarsi che la feta è parecchio sapida), macinare del pepe nero. Coprire e cuocere per una ventina di minuti. Ritirare dal fuoco e con una forchetta schiacciarle per ridurle in un purè grossolano. Aggiungere l’uovo leggermente sbattuto, la feta sbriciolata e il pangrattato, mescolare e lasciare raffreddare.
Oliare una teglia di 25 cm. di diametro e stendere uno strato di fillo avendo cura che sia più grande della teglia per poter alla fine del lavoro creare il bordo. Spennellare con olio evo e sovrapporre un secondo strato. Oliare pure questo e proseguire allo stesso modo fino al quinto strato. Il quinto non va oliato in quanto ci va sopra la farcitura. Versare la farcitura, livellare bene e coprire con uno strato di fillo. Oliare come prima, e proseguire fino a stendere tutt’e 5 fogli. Oliare anche l’ultimo. Prendere poi i bordi degli strati inferiori che fuoriescono dalla teglia, oliarli bene e girarli sulla pita stessa cercando di creare una cornice.
Incidere le porzioni con un coltello affilato e infornare a forno già caldo a 180 gradi per 50 minuti.

Togliere dal forno e lasciare intiepidire rigorosamente scoperta.

μελιτζανοπιτα




2 commenti:

Chiara Giglio ha detto...

buon marzo anche a te, qui fa più freddo ma una fetta di questa melitzanopita la mangerei volentieri, porta l'estate in casa ! Un bacione

annaferna ha detto...

segnata :D
bacio grande

Posta un commento