21/01/16

un'aringa affumicata



aringa affumicata


Se non si conosce la cultura gastronomica greca difficilmente si può comprendere cosa siano i mezedes e come si consumano. Liquidarli classificandoli come stuzzicchini o antipasti è molto riduttivo e non rappresenta in nessun modo quello che veramente significano per un greco.
Se inizialmente sono nati per accompagnare un bicchiere di vino o di ouzo o di tsipouro, dato che i greci difficilmente bevono alcoolici senza mangiare qualcosa, ormai si sono arricchiti talmente tanto che diventa difficile distinguere il rito del mezes che ha le sue regole che vanno rigorosamente rispettate, da un pasto vero e proprio.
Non importa che sfilino decine di piattini o solamente un paio. A volte è sufficiente una manciata di olive e un pomodoro, importante scegliere il mezes giusto per l'alcoolico che si vuole bere. Sarà diverso per la retsina, per l' ouzo per lo tsipouro o per la birra. A ciascuno il suo!

L'aringa affumicata spesso veniva servita come accompagnamento e arricchimento di una spartana zuppa di legumi.
Come mezes invece accompagnava un bicchiere di retsina. A mio parere va benissimo anche per lo tsipouro e ho letto che qualcuno suggerisce anche una vodka ghiacciata. Quest'ultima la devo provare prima o poi!!!!

aringa affumicata

Ingredienti:
  • 1 aringa affumicata 
  • 1 cipolla bianca
  • 1 cipollotto
  • grani di pepe (nero, bianco, rosa, verde)
  • succo di limone
  • olio evo
Procedimento:
Mettere in ammollo l'aringa per 8 ore cambiando l'acqua 3-4 volte.

Sciacquarla, tagliare la testa, spellarla, diliscarla con molta cura e tagliarla a filetti. Metterli in un piattino, aggiungere la cipolla ad anelli e il cipollotto a fettine, i grani di pepe, irrorare con il succo del limone e versare l'olio evo.

καπνιστη ρεγγα



4 commenti:

edvige ha detto...

Buono ho proprio un aringa. Buona giornata

Chiara Giglio ha detto...

non conosco lo tsipouro , mi documenterò nel prossimo viaggio, le aringhe invece mi piacciono molto !Un bacione

Great Mangiaregreco ha detto...

@edvige
:) buon pomeriggio!

@chiara
è un distillato più usato nel nord che nel sud del paese. a Volos ci sono tanti "tsipouradika" locali da tsipouro! :)

Ruli ha detto...

A casa mia si è sempre fatta l'aringa, tagliata a filetti, con la cipolla tagliata a fettine sottili; il tutto marinato nell'olio di oliva in un vasetto. Naturalmente continuo a farla anch'io: i miei due generi ne vanno matti. La tua mi sembra più completa, meno " rude ". La provo senz'altro, mi attira molto. Grazie

Posta un commento