09/02/15

kreatosoupa (zuppa di carne)


kreatosoupa

Il termine “vrastò” indica indifferentemente sia il bollito che il lesso. La differenziazione non esiste ed ecco che proporre questo piatto mi mette un tantino in difficoltà. Non per la preparazione, semplicissima peraltro, ma perché non so come proporlo: bollito o lesso in brodo? Faccio un buon brodo o un buon bollito? Immergo la carne in acqua che bolle oppure in acqua fredda?
Per la verità decido di volta in volta e questa volta ho deciso di optare per il bollito. Immergo quindi la carne in acqua che bolle ma per avere anche un brodo parecchio saporito, dopo aver filtrato il brodo ho aggiunto un cubetto di brodo ristretto che ho quasi sempre in freezer.
Comunque vogliate farla se decidete di farla, sappiate che è un’ottima zuppa riscaldante, corroborante e consolante! Soprattutto di questi tempi grigi e con il freddo che fa!

kreatosoupa

Ingredienti:
  • 1 kg. di carne per bollito (io ho preso metà biancostato e metà brione)
  • qualche gambo di prezzemolo
  • 5 grani di pepe nero
  • 15 gr. circa di sale grosso
  • 2 carote medie
  • 1 porro medio (solo la parte bianca)
  • 2 patate medie
  • 1 gambo di sedano verde con qualche foglia
  • 10 foglie di prezzemolo
  • 5 cucchiai di olio evo
Procedimento:
Mettere in una pentola alta 2,5 litri di acqua con il gambi del prezzemolo, i grani di pepe e accendere il fuoco. Quando l’acqua comincia a bollire salare leggermente e immergere la carne. Coprire e far bollire lentamente per circa 3 ore o comunque finchè la carne non sia molto tenera, schiumando se necessario.
Mentre la carne cuoce pelare le carote, lavarle e tagliare a rondelle. Fare lo stesso con il porro. Lavare il sedano e tagliare a pezzetti incluse le foglie verdi. Pelare le patate, lavarle e tagliarle a cubetti. Lavare il prezzemolo e tritarlo molto grossolanamente.
Prendere una padella, versare l’olio e rosolare le verdure separatamente. Man mano che insaporiscano spostarle dalla padella in una ciotolina, una diversa per ogni verdura dato che verranno immerse in tempi diversi. Se necessario aggiungere nella padella un poco di olio ancora.

Togliere la carne dal brodo con la schiumarola, appoggiarla sul tagliere, pulirla da ossa e grasso e tagliarla a bocconcini nelle dimensioni che preferite ma non piccolissimi. Filtrare il brodo e versarlo in una pentola pulita. Rimettere la carne nel brodo, accendere il fuoco, coprire, e quando comincia a bollire unire le carote. Far bollire 10 minuti e aggiunger il porro. Dopo 10 minuti unire il sedano e dopo qualche minuto le patate. Continuare finchè le verdure siano cotte e infine aggiungere il prezzemolo. Controllare di sale e ritirare dal fuoco. Servire con del formaggio grattugiato a parte ma anche no!

zuppa di carne con verdure



4 commenti:

Chiara Giglio ha detto...

stesera mi piacerebbe averlo per cena, bello caldo e corroborante ! Buona serata Irene, un bacione

Ruli ha detto...

Buona e ristoratrice... La tua minestra con la carne mi ha ricordato la nostra. Ben o male, le donne si sono sempre trovate con le stesse cose tra le mani, e le hanno utilizzate- anche se in maniera diversa- sempre al meglio.

grEAT ha detto...

@chiara
si infatti, e credo che tanti greci la preparino questi giorni. oggi ad atene fioccava la neve!
un bacio

@ruli
hai proprio ragione. stesse cose, risultati finali simili o diversi, bontà assicurata.
un abbraccio

Amelie ha detto...

anche da noi ieri nevicava! chissà i nostri mici!!!
buona la tua soupa, a presto
amelie

Posta un commento