13/11/14

torta rovesciata di cachi


“Accidenti! Ma come fai a mangiare i cachi acerbi? Non allappano?”  Ho chiesto alla mia collega quando l’ho vista addentare un caco come se fosse una mela. Davanti al computer! Pessima abitudine questa  di mangiare davanti al computer sbrigando le mail inevase; a dire il vero  nemmeno io mi salvo!
“E’ un persimmon”.  Mi risponde.   E al mio sguardo stralunato: “te ne porto qualcuno domani” e detto fatto, il giorno dopo arrivò in ufficio con alcuni  persimmon.
Vero che generalmente  a livello istintivo  i prodotti che compriamo sono quelli  rassicuranti che conosciamo da tempo, quelli che fanno parte da sempre delle nostre abitudini alimentari e per discostarsi e comprarne dei nuovi serve sempre un richiamo mentale.  Dei persimmon difatti  pur essendomi piaciuti tanto quando me li portò la collega, me n’ero quasi dimenticata;  mi sono tornati in mente quando ho risfogliato uno dei primi numeri della rivista di Jamie Oliver, in un capitolo dedicato alla cucina greca.

Per questa torta lui ha usato le mele cotogne che avendo  vita breve nel mercato milanese quando le ho cercate non le ho trovate.  Ho utilizzato quindi i cachi mela, altro frutto autunnale per eccelenza, che si è rivelato una grande sorpresa ben consone a questa torta.
Da servire  con dello yogurt  greco come suggerisce Oliver oppure con una pallina di gelato allo yogurt  come suggerisco io!
PS.  Della ricetta di Jamie ho salvato l'idea e gli ingredienti (salvo il frutto) ma in proporzioni diverse.

Ingredienti:

  •           1 caco mela
  •           130 gr. di burro + un poco per imburrare le pareti della tortiera
  •           270 gr. di zucchero
  •           1 arancia possibilmente non trattata
  •           2 uova
  •           170 gr. di farina 00
  •           2 cucchiaini rasi di baking powder (lievito chimico non vanigliato)
  •           ½ cucchiaino raso di cannella in polvere
  •           7 noci  sgusciate pestate al mortaio
  •           1 vasetto di yogurt intero naturale
  •           2 cucchiai di un miele delicato (acacia, millefiori)

Procedimento:
Prima di tutto togliere il burro dal frigo e portarlo a temperatura ambiente.
 Prendere una tortiera di 23 cm. di diametro e ritagliare un pezzo di carta forno nelle dimensioni giuste per coprirne il fondo. Imburrare il fondo per fare aderire la carta forno e imburrare anche le pareti. 

Lavare il caco mela e tagliarlo a rondelle di circa ½ cm.  
Far sciogliere in una padella 50 gr. di burro e versare 130 gr. di zucchero. Aggiungere la scorza grattugiata e il succo dell’arancia. Aggiungere le fette del caco  e cuocerle per 5 minuti girandole dall'altro lato ogni tanto. Toglierle dalla padella, alzare la fiamma e far caramellare lo zucchero per circa 7 minuti finchè non diventi di un colore dorato scuro.

Ritirare dal fuoco. Disporre le fette del caco  sul fondo della tortiera. Versare sopra lo zucchero caramellato e tenere da parte.

Accendere il forno a 180 gradi.

Setacciare la farina con il lievito.
Con la frusta sbattere a crema  il resto del burro  con il resto dello zucchero.
Aggiungere le uova, la farina, la cannella e tre quarti delle noci. Mescolare bene e unire lo yogurt. 
Versare il composto nella tortiera e infornare  per circa 40 minuti. Per verificare la cottura fare la prova stecchino. Infilzare uno stecchino nella torta. Se ne esce pulito, la torta è pronta. 
Togliere  la torta dal forno e dopo 5 minuti, prima che il caramello  solidifichi,  rovesciarla sul piatto di portata. Staccare la carta e versare il miele sulla superficie.  Spolverare con le restanti noci tritate.




3 commenti:

Chiara Giglio ha detto...

ti confesserò che non ho la più pallida idea di che sapore abbia il persimmon....Mi attrae la torta rovesciata, si presenta bene ! un abbraccio

serena ha detto...

Ciao Irene, sai che ho proprio un caco-mela "da salvare" in frigo?! Potrebbe essere una bella idea per una torta!! Mi piace molto questa e, se riesco, la provo! buona giornata, serena

Anonimo ha detto...

Molto simile alla torta che facevo con le fette di ananas! Chissà se trovo ancora dei cachi in giro.. Complimenti!

Posta un commento