24/06/14

adana kebab: the greek way



Il dibattito è perennemente aperto! Dove si mangia il miglior kebab ad Atene? Non è facile stabilirlo, le liste sono tante,  più o meno lunghe, ognuno propone la sua, modestamente anche io ho la mia pur non essendo in grado di seguire le nuove aperture in tempo reale,  e tutte quante hanno ragione di esistere. Si, perché dire kebab in Grecia è come dire pizza in Italia. Il paragone regge e anche se il kebab notoriamente non è di origine greca, ha talmente attecchito che ormai fa  parte imprescindibile della sua cucina.  Pita gyros, nome greco, notare, è la dimostrazione lampante! Quest’ultimo, sicuramente il più conosciuto dai turisti non è ovviamente l’unico.  Atene, Pireo e comuni intorno sono stracolmi di piccoli e grandi negozi che vendono kebab di tutti i tipi: doner, giaourtlou, iskender, adana  per citarne solo alcuni ma l’elenco è lungo e io non mi ricordo tutto!
Alcuni di questi si possono facilmente preparare in casa, non è il caso del doner, ma sicuramente è il caso dell’adana kebab che prende il nome dalla città omonima turca.
Tradizionalmente si prepara con carne di pecora, si usa anche parte della coda per renderlo più grasso e saporito,  pasta di peperone rosso, peperoncini piccanti, sumac, coriandolo, cumino. A volte si aggiunge del burro, sempre per renderlo più grasso. Io invece ho scelto la versione più “greca” di Cristoforos Peskias . D’ altronde nelle mie vene scorre olio di oliva e non burro!
Della ricetta  ho cambiato soltanto la proporzione delle carni. Peskias usa parti uguali di di agnello e di manzo.


Ingredienti:
-          600 gr. di carne macinata (200 gr. di agnello e 400 di manzo)
-          1 cipolla tritata
-          1 spicchio di aglio tritato
-          1 cucchiaino di cumino in polvere
-          un pizzico di origano
-          1 cucchiaino di paprika
-          peperoncino rosso piccante a piacere
-          1 pomodoro grande pelato e tagliato a dadini piccoli
-          1 cucchiaio di aceto di melograno (in alternativa aceto balsamico)
-          20 ml di olio evo
-          sale, pepe nero macinato fresco
Per accompagnare:
-          1 cipolla grande tagliata a rondelle
-          1 cucchiaino di sumac  (in alternativa ½ cucchiaino di paprika con ½ cucchiaino di scorza di limone)
-          il succo di mezzo limone
-          sale
Procedimento:
Emulsionare il sumac con il sale e il succo di limone. Versare sulla cipolla,  coprire con della pellicola e mettere in frigo fino all’ora di servire.
Per i kebap,  in una ciotola mescolare tutti  ingredienti e impastare vigorosamente per 5-6 minuti  per amalgamare gli ingredienti e rendere soffice l’impasto.  Coprire con della pellicola e sistemare in frigo per un paio di ore.
Accendere il forno a 190 gradi  in modalità grill. Oliare leggermente le mani,  formare  4/5 salsicciotti di circa 15 – 20 cm di lunghezza  e infilzarli in altrettanti spiedini.  Oliarli leggermente con un pennello,  sistemarli su una teglia ben oliata e cuocerli  sulla scanalatura più alta del forno per 15 minuti girandoli  per 3 – 4 volte.
Servire  sulla pita con le cipolle e accompagnare con dello yogurt.





8 commenti:

Chiara Giglio ha detto...

se trovo la carne di agnello provo a fare questa tua ricetta Irene, sto scrivendo il reportage su Lefkada, la prossima settimana lo pubblico ! Un abbraccio grande

grEAT ha detto...

@chiara
bentornata!!! se ti stuzzica va bene anche solo con carne di manzo.
aspetto il reportage da Lefkada.

irene

Amelie ha detto...

la miglior pita megyro? al porto di Igou!
baci
amelie

grEAT ha detto...

@amelie
noi sbarchiamo sempre a sud, a patrasso! ma se capita di sbarcare a igoumenitsa ti chiedo!
un abbraccio

virgikelian ha detto...

Ricordo di averlo assaggiato ad Istanbul. Veramente saporito !!!!
Ti copio la ricetta. Grazie Irene.

grEAT ha detto...

@virginia
si, saporito e facilissimo da fare. lo vedo a qualche negozio turco a milano ma non l'ho preso finora.
grazie a te.

Anonimo ha detto...

Irene, approfitto dello spazio per chiedere dove Chiara Giglio pubblicherà il suo reportage sull'isola del mio cuore!!!! A te i miei affettuosi complimenti. Rosella

grEAT ha detto...

@rosella
grazie per i complimenti.
i post della Chiara li trovi qui:

http://chiara-lavogliamatta.blogspot.it/2014/06/lefkada-lisola-dei-contrasti-parte-prima.html

http://chiara-lavogliamatta.blogspot.it/2014/07/lefkada-lisola-dei-contrasti-seconda.html

irene

Posta un commento