21/01/19

insalata agrodolce di arance


La mia convinzione di qualche anno fa che il sapore agrodolce è pressochè assente dalla cucina greca, è stata clamorosamente smentita e a smentirla fu Evi Voutsinà di cui ho parlato in questo post . E' grazie a lei che ho scoperto alcune ricette tradizionali dove l’agro e il dolce si abbinano e si contrastano armoniosamente, creando piatti inusuali per l’idea che ci siamo fatti della cucina ellenica, ma del tutto esistenti, reali, e preparati se non dai borghesi ateniesi, sicuramente dalla gente di campagna.
Un felice esempio è questa insalata di Paramythià, della regione di Epiro. Arance pelate a vivo, porro crudo, olive, uvetta. E’ quanto, ma sufficiente per creare contrasti culinari estremamente armonici.
Per rispetto alla autrice e alla tradizione, ho preparato l’insalata esattamente come viene descritta nel libro, non togliendo e non aggiungendo nulla;  non c’è scritto che tipo di uvetta o che tipo di olive utilizzare, ma immagino che la scelta cadeva su quello che c’era a disposizione per tanto era una scelta obbligatoria! Per non stravolgere lo spirito, l’ho preparata con quello che avevo in casa. Uvetta di Korinto e olive al forno.

L’insalata è deliziosa, rinfrescante e agrodolce con armonia. Accompagna alla perfezione gli arrosti di carne, ma si mangia anche come pasto leggero, magari cosparsa con un poco di feta sbriciolata come si fa in alcune zone del paese e come la stessa Voutsinà racconta nel suo libro.
Un’arancia grande è sufficiente per 2 persone se servita come contorno. Se invece viene servita come pasto, calcolate un’arancia a persona, cospargete di feta e accompagnatela con del pane buono.
Ingredienti: (per 2 persone)
  • 1 arancia grande
  • 1 porro piccolo
  • 6 -7 olive nere
  • un cucchiaio da minestra di uvetta
  • 1 cucchiaino da caffè di aceto bianco
  • due cucchiai da minestra di olio evo
  • sale
  • pepe nero macinato fresco


Procedimento: (preparazione 10 min. – attesa 30 min. – cottura 0 min.)
Mettere in ammollo l’uvetta per mezz’ora. Trascorsa questa, scolare e tamponare con carta assorbente per asciugare.

Tagliare la parte verde del porro e scartarla. Utilizzare soltanto la parte bianca, quella più tenera, scartando anche quella che comincia ad avvicinarsi alla parte verde.
Prendere un coltello affilato e tagliare la parte bianca e tenera del porro a rondelle sottili. Per un’arancia, indicativamente 5 cm. del porro sono sufficienti. Mettere il porro tagliato in una bacinella e lavarlo molto bene sott’acqua corrente. Scolare e mettere su un canovaccio per far asciugare.

Pelare l’arancia a vivo e tagliarla a rondelle.

Sistemare in un piatto le rondelle di arancia, distribuire sopra le rondelle del porro, spargere le olive e l’uvetta.
Fare un’emulsione con l’aceto, il sale, il pepe e l’olio evo e condire l’insalata.
Lasciatela a temperatura ambiente. Ha tutto da guadagnare.
Come accompagnamento di carni arrostite, è perfetta!


2 commenti:

Ruli ha detto...

Grazie,dev'essere squisita. Devo procurarmi il porro..

Great Mangiaregreco ha detto...

@ruli
a noi è piaciuta tantissimo e anche a qualche lettore che l'ha provata. se non hai il porro va benissimo anche la cipolla.
buona giornata

Posta un commento