06/11/17

patatopitakia / flauti di pasta fillo farciti con patate e formaggio


patatopitakia
Il sapore neutro della pasta fillo la rende adatta a innumerevoli preparazioni. E’ estremamente versatile e può essere utilizzata sia per le preparazioni dolci come il baklavas, il galaktoboureko o la bougatsa sia per torte salate come ne esistono mille e più nella cucina greca.
La sua versatilità non si esaurisce però soltanto nella sostanza ma anche nella forma che più spesso di quanto si creda è sostanza.
Si può quindi piegare e/o arrotolare per ottenere la forma che più ci piace, farcendo l’interno con gli ingredienti che abbiamo scelto. Possiamo sovrapporre i fogli in una tortiera per una torta, ottenere triangoli più o meno grandi, ottenere rotolini tipo flauti.

Ecco, io ultimante mi sono fissata con i flauti che trovo estremamente belli da sistemare a montagna su un piatto o un vassoio, perfettamente equilibrati tra pasta e ripieno, croccanti all’esterno e morbidi all’interno, facili da prendere e mangiare con le mani senza rischiare che la farcitura se ne vada in giro per i fatti suoi!!!
Li preparo spesso e sperimento diverse farciture: con la carne macinata, con formaggi, con verdure, con dei gamberi insomma con tutto quello che mi viene in mente.
Questi con le patate sono la versione piccola con qualche variazione della “patatopita” che adoro!!!!
Potete inserirli in un buffet in piedi, servirli come aperitivo o come antipasto. Se poi fate parte dello zoccolo duro dei grecofili, serviteli pure come piatto principale accompagnato rigorosamente da una o 2 insalate a verdura cruda. Data la stagione suggerisco insalata di finocchi, insalata di rape bianche e carote grattugiate, insalata di cavolo cappuccio tagliato a striscioline, insalata di lattuga romana tagliata a striscioline con cipollotti e aneto.
patatopitakia
Ingredienti:
  • 1 confezione di pasta fillo (11-12 fogli)
  • olio per spennellare la pasta
Farcitura:
  • 2-3 patate di circa 400 gr.
  • 80 gr. di formaggio di pasta semidura (casera, montasio, emmenthal)
  • 1 uovo
  • 2 cucchiai di panna liquida
  • 1 cipollotto
  • aneto tritato
  • sale
  • pepe nero macinato fresco
  • olio evo
Procedimento:
Se la fillo è surgelata, metterla in reparto frigorifero e lasciare scongelare.
Farcitura:
Lavare le patate, lessarle e sbucciarle. Ridurle in purè con una forchetta e tenere da parte.
In una tazza sbattere con la frusta a mano l’uovo con la panna fino a mescolarli completamente e tenere da parte.
Grattugiare il formaggio scelto dai fori grossi della grattugia.
Tagliare la cima al cipollotto e scartare eventuali fogli ingiallite o rotte. Quelle sane tenetele. Lavarlo, asciugarlo e tagliarlo a rondelle sottili.
Versare qualche cucchiaio di olio evo in una padella antiaderente e aggiungere il cipollotto. Far stufare a fiamma bassa per 10 minuti salando leggerissimamente. Se serve aggiungere uno o due cucchiai di acqua calda. Quando il cipollotto sarà sufficientemente ammorbidito, ritirare dal fuoco.
In una insalatiera versare il cipollotto stufato, le patate schiacciate, l’uovo con la panna, il formaggio grattugiato e l'aneto.
Salare moderatamente, macinare del pepe nero e mescolare accuratamente.
Lasciare raffreddare completamente.

Assemblaggio:
Togliere la pasta fillo dal frigorifero. Versare dell’olio in una tazza e tenerlo a portata di mano insieme a un pennello da cucina.
Oliare una teglia da forno.
Aprire la confezione della fillo, prendere un foglio e posizionarlo verticalmente sul piano di lavoro. Con una panno umido coprire gli altri fogli per non farli seccare a contatto con l’aria.
Tagliare in senso verticale il foglio ottenendo due strisce di circa 10 cm di larghezza.
Spennellare con l’olio i bordi della striscia.
Prendere un cucchiaino di farcitura e sistemarlo all’estremità in basso della striscia oliata.
Arrotolare premendo leggermente per un paio di giri. Piegare verso l’interno i lati della striscia e arrotolare fino in fondo, ottenendo un rotolino tipo flauto.
Posizionare il flauto ottenuto sulla teglia oliata e continuare con la seconda striscia di pasta fillo.
Procedere allo stesso modo fino a esaurimento degli ingredienti. In genere qualcosa avanza; o farcitura o pasta fillo. In questo caso però sono stata talmente brava e ho calibrato talmente bene tutto che non è avanzato proprio nulla!
Accendere il forno ventilato a 180 gradi e far scaldare per 10 minuti.
Spennellare con dell’olio la superficie dei patatopitakia. Spargere sopra un poco di formaggio grattugiato, quello che avete scelto per la farcitura.
Infornare e cuocere per circa 25-30 minuti, fino a doratura della fillo.

Togliere dal forno e lasciare intiepidire leggermente  prima di servirli; 

patatopitakia


4 commenti:

Simona Nania ha detto...

per me rimani pure fissatissima con tutti i flauti del mondo se ci proponi piatti pazzeschi come questo! mamma mia.. immagino lo scrock che fanno in bocca e che esplosione di cremosità all'interno, davvero molto golosi, sarei capace di mangiarne da scoppiare, lo so.

Great Mangiaregreco ha detto...

@simona
è proprio come li descrivi!!! io ormai devo stare calma con i flauti perchè tra dolce e salato qualche kilo me lo vedo già avvicinarsi....

Laura Soraci Profumo di Sicilia ha detto...

Adoro la pasta fillo anche se qui dove vivo non si trova quasi mai... mi piace un sacco questa preparazione appena possibile voglio replicarla! A presto LA

Chiara Giglio ha detto...

la prossima volta che compero la fillo voglio farcirla così, grazie ! Un bacione

Posta un commento