23/06/16

melitzana thrakiotiki / la melanzana della Tracia



melanzana della Tracia
La Tracia non è una regione turistica e non credo di sbagliare sostenendo che pochissimi, escludendo i suoi abitanti ne  conoscano  qualcosa oltre forse il nome e qualche reminescenza storica; è tanto vero che confesso che neppure io la conosco non essendoci mai stata.
Senza dubbio la  sua parte più conosciuta è l'isola di Samotracia anche a causa della  statua della Nike ritrovata all'isola ed esposta a Louvre;   noi siamo moltissimo felicissimi che Nike che poi significa vittoria sia ormai una parola conosciuta in tutto il mondo, sperando sempre con ardore  che qualcuno la associ al suo significato originario e alla statua ritrovata all'isola omonima.
Le melanzane di Tracia è un piatto  tipicamente estivo con materie stagionali ma che si possono adattare a piacere. Personalmente per proporla ho seguito la ricetta arricchita di Eri che   mi è sembrata molto convincente come poi alla fine si è rivelata.
Se invece preferite la versione originale potete optare per la ricetta di Stella Spanou,  food writer e organizzatrice di eventi gastronomici, vera intenditrice della cucina regionale  cui dedicò un bellissimo libro: cipolla a crudo e feta sulla melanzana arrostita, condita con sale aceto e olio evo più facoltativamente aglio. Basta così!

melanzana della Tracia

Ingredienti per una persona:
  • 1 melanzana
  • 50 gr. di feta
  • 1 pomodoro tagliato a dadini
  • 6-7 capperi dissalati
  • prezzemolo tritato
  • 1 spicchio di aglio tritato
  • sale – pepe macinato fresco
  • aceto di vino rosso
  • olio evo
Procedimento:
Lavare la melanzana, asciugarla, bucherellarla qua e là con una forchetta e metterla al forno a 200 gradi per circa 40 minuti, girandola 3 – 4 volte. Quando sarà ben ammorbidita, toglierla dal forno, sistemarla su un piatto  sbucciarla e lasciarla intiepidire. Non tagliate il gambo, intanto serve per afferrare la melanzana, inoltre la melanzana di Tracia va servita con il gambo e chi siamo noi per trasgredire!

Allargarla un po' con una forchetta, salarla e macinarci sopra del pepe nero. Spruzzare con l'aceto e metterci sopra nell'ordine: l'aglio tritato, il pomodoro a dadini, la feta, i capperi e il prezzemolo. Fare un abbondante giro di olio evo e servire come antipasto oppure come insalata.

melitzana thrakotiki



3 commenti:

Ruli ha detto...

Che bella cosa da copiare!! Dev'essere buonissima, ma aspetto pomodori migliori.

Chiara Giglio ha detto...

la Grecia è tutta da visitare e scoprire la sua cucina è sempre piacevole !

giulia pignatelli ha detto...

Quest'estate la faccio di sicuro e grazie per le informazioni sulla tracia ;)

Posta un commento