05/12/14

patate con uova al cartoccio



Mangiare fuori non faceva parte della quotidianità della gente. Era un’eccezione  che si ripeteva rare volte all’anno. Nella  mia famiglia ancora meno, avendo un padre estremamente diffidente  verso la ristorazione commerciale. Diffidava degli ingredienti, dell’igiene, dei metodi di conservazione.   “Chissà cosa ci mettono dentro” era una frase che sentivo invariabilmente quando  chiedevo qualcosa di “pronto”. Che fosse una semplice tyropita oppure un souvlaki la risposta era la medesima.  Così, noi mangiavamo sempre in casa, tutto fatto da mia madre che con gli anni si è specializzata  pure  al “fast food” .

Degna figlia di mio padre, ho la stessa diffidenza verso il cibo pronto. Invecchiando somigliamo sempre di più ai nostri genitori. Li abbiamo messi in discussione  credendo di essere completamente diversi, ma i loro tratti caratteriali  a un certo punto li ritroviamo in noi,  lentamente con gli anni risalgono in superfice dalle profondità della nostra anima dove erano così ben nascosti da rendersi invisibili non solo ai nostri occhi ma anche agli occhi dei nostri genitori, più esperti nel cogliere somiglianze e differenze.

Le patate con le uova  erano  il  cavallo di battaglia  di mia madre quando il tempo che aveva a disposizione era poco più che zero. Una montagna di patate fritte e un uovo all’occhio di bue con della feta sbriciolata sopra. 
Io di tempo ne ho un po’ di più!!!


Ingredienti:
-          3 patate di circa 150 gr. ciascuna
-          2 uova
-          50 gr. di  formaggio asiago
-          20 gr. di burro
-          2 cucchiai di panna da cucina
-          sale
-          pepe nero macinato fresco
-          qualche foglia di prezzemolo tritato

Procedimento:
Scegliere 3 patate rotonde, uniformi,  di circa 150 grammi ciascuna. Lavarle sott'acqua corrente spazzolandole con uno spazzolino da cucina e asciugarle. Tagliare una piccola fetta sottile alla base di ognuna perché possano stare “in piedi”. Avvolgerle nella carta alluminio e cuocerle al forno a 190 gradi per circa 50 minuti. Toglierle dal forno, lasciare che raffreddino un poco,   aprile la carta e avvolgerla intorno alla patata. Tagliare una calotta alla parte alta e con un cucchiaino svuotare la patata fino a tre quarti circa. Salare e mettere a ciascuna  un po’  di burro.
Tagliare la metà del formaggio a piccoli dadini. Rompere le uova e separare gli albumi dai tuorli. Sbattere leggermente gli albumi, incorporare la panna e unire il formaggio. Salare leggermente, pepare e e distribuire il composto nelle 3 patate.  Rimettere al forno in modalità grill per 10 minuti. Trascorso questo tempo togliere dal forno,  scavare un piccolo rientro nel composto che nel frattempo si sarà abbastanza gonfiato  e sistemare  sopra un tuorlo. Spargere sopra il resto del formaggio tagliato a dadini (io ho ricavato dei trucioli con il gadget per la julienne di verdure) e  rimettere in forno, sempre modalità grill per circa 3  - 4 minuti o anche di più se volete il tuorlo più sodo.
Togliere dal forno, spargere un poco di prezzemolo tritato e servire calde nel cartoccio.





5 commenti:

Chiara Giglio ha detto...

l'aspetto è molto invitante ma io ci metterei la feta al posto dell'Asiago, che dici, faccio bene?.....Buon we Irene, un abbraccio

grEAT ha detto...

Chiara
dico che fai benissimo! mia mamma ci spargeva sopra della feta sbriciolata! :)
un bacione

Kitchen Stories ha detto...

Ωραίο, υπέροχο!
Τρία σε ένα... θα το φτιάξω κάποια στιγμή...

Φιλιά
Ζ.

grEAT ha detto...

@Ζαμπια
λιγο πολυθερμιδικο αλλα αξιζει!!! :)
φιλακια

Jennifer ha detto...

ireneeeeeeeee!Che bontà......!

Posta un commento