01/06/11

scampi fritti in pasta kataifi



La pasta kataifi, conosciuta e usata in Grecia e in tutto il medio oriente , tradizionalmente si usava per fare dei dolci. Famoso il tipico dolce molto sciroppato che prende il nome dalla pasta. Rotolini di pasta che racchiudono un ripieno di noci, miele, e tutto cosparso da sciroppo. E’ la prima cosa che mangio quando metto piede in Grecia e non esagero.
Negli ultimi  decenni, si usa anche per i sapori salati. Avendo un gusto neutro ed essendo molto malleabile ben si presta per preparazioni come nidi, rotoli, fagottini, torte e qualsiasi cosa la fantasia detti.
Qui l’ho usata per avvolgere degli scampi che poi ho fritto.
E’ un ottima procedura, perché il risultato è un fritto croccante ma tenero all’interno, dato che la pasta protegge la carne dalle alte temperature del fritto.
Ingredienti:
-          scampi
-          pasta kataifi
-          olio per friggere (io uso olio di arachidi)
Procedimento:
Laviamo bene gli scampi e li lessiamo per un paio di minuti. Togliamo la testa e il guscio, lasciando la coda. Togliamo con attenzione il filo nero che si trova sul dorso.
Prendiamo dei fili di pasta e li avvolgiamo intorno allo scampo, lasciando fuori la coda.
Friggiamo in abbondante olio bollente.
Serviamo caldissimi.

Nota: teste e gusci li ho usati per fare un fumetto.
Se non disponiamo di pasta kataifi, possiamo usare i capelli d’angelo dopo averli bagnati in acqua calda.
Uso pochi fili per avvolgere gli scampi, giusto per corazzarli e non modificare la consistenza del crostaceo.

9 commenti:

Isabel ha detto...

Qué fotos tan divinas!!! son de libro! ;-)

SpirEat ha detto...

Le tue ricette mi incuriosiscono sempre molto e mi fanno sentire un po' in vacanza. Brava!

ΔΥΣΠΙΣΤΟΣ ha detto...

Εμείς κάνουμε το ίδιο με γαρίδες και είναι εξ ίσου νόστιμο ορεκτικό.
Για να μη σου πω ότι έφαγα μια φορά ολόκληρη την πιατέλλα, σαν κύριο πιάτο (τίγκα στη χοληστερίνη, αλλά όλα τα αμαρτωλά είναι νόστιμα!)
Καλό μήνα και Καλό Καλοκαίρι!!

lucy ha detto...

ho avuto la fortuna di assaggiarla è fanastica!sai che da noi anche la pasta phillo tanto usata anche quella da voi sta sparendo?!questa ricetta è sfiziosissima e la presentaizone è ottima!

ornella ha detto...

Non lo sapevo che si potessero usare i cappelli d'angelo, buono a sapersi! Così lo consiglierò alle amiche che me l'hanno chiesto! Questi scampi fanno una gola pazzesca, e stupende le foto complimenti!
P.S. Ieri ti ho pensata tantissimo, perciò è come se ti avessi portata alla manifestazione con me!! Baci

Luvi ha detto...

noo... chissà che buoni! :)

Makenia ha detto...

Arrivo dritta dritta da Facebook,mi incuriosisce la cucina greca e quindi ti seguo,ho gia' adocchiato alcune ricettine!Se ti fa piacere ti aspetto nel mio blog...buon week-end!!Maria

Lenia ha detto...

Bellissima presentazione,buonissimo antipasto!Anch'io uso ultimamente il kataifi per sapori salati(per esempio ho fatto un rotolo con spinaci e metsovone).Buon mese,carina!

Ancutza ha detto...

Ciao Irene, ti ringrazio per la visita e per la dritta. Che bello il tuo blog, io ho recuperato da poco il quaderno di ricette di mia nonna greca ma purtroppo sono in gran parte illegibili...cosi' ti seguirò volontieri per avere dei spunti di cucina greca. Buona serata e buona festa!

Posta un commento