21/05/18

club sandwich con salmone affumicato e tsalafouti


club sandwich
I formaggi in Grecia vantano una tradizione millenaria come nessun altro paese nel mondo.  Dal ciclope Polifemo in poi e senza soluzione di continuità sono un’importante componente dell’ alimentazione greca e non è sicuramente un caso se i greci ne sono tra i maggiori consumatori al mondo. Ogni singola isola, ogni paese e quasi ogni famiglia produce i suoi, perlopiù pecorini e caprini.
Molti di questi sono freschi e spalmabili, da consumare quasi subito. L’anevatò della regione di Epiro, il pichtogalo di Chanià a Creta, il xigala di Siteia sempre a Creta, il katiki di Domokòs, lo tsalafouti della Grecia Centrale, il xinomizithra e i vari xinotyria delle Cicladi sono soltanto alcuni delle decine che si trovano in tutto il paese.
Quegli spalmabili hanno molte similitudini; spesso sono uguali e varia soltanto il nome secondo il luogo della produzione. Sono tutti formaggi senza crosta, dalla consistenza di uno yogurt densissimo, a volte cremosi altre granulosi. Perfetti per spalmarli sul pane, nelle insalate, nelle torte dolci e salate.
Grandi provviste quando vado in Grecia non ne faccio dato non hanno lunga conservazione e bisogna consumarli velocemente. Francamente mi dispiace perché mi limita molto la preparazione di ricette con autentici prodotti greci che non siano la feta o lo yogurt greco! Finalmente però a questi ultimi due, da pochissimo si è aggiunto lo tsalafouti. Formaggio fresco, originario della Grecia centrale con latte esclusivamente agostano di pecora.
L’ho trovato qui e mi sono precipitata a comprarlo. Buono, leggermente granuloso, con note acidule abbastanza marcate. L’ho usato per fare delle bruschette e il club sandwich che segue, con salmone affumicato e piadina romagnola integrale. Ottimo!
Ingredienti: (per 2 persone)
  • 3 piadine romagnole integrali
  • 150 gr. di tsalafouti o altro formaggio cremoso spalmabile
  • 1 cucchiaino da tè di senape delicata
  • fette si salmone affumicato (non posso dare un’indicazione precisa perché dipende dalle dimensioni delle fette che avete acquistato, ma a peso 80 – 100 gr. sono sufficienti)
  • pepe bianco macinato fresco
  • foglie di lattuga iceberg o altra insalata a foglia verde di vostra scelta
  • fettine di limone (possibilmente biologico)
  • un cucchiaio di olio evo per la padella
Procedimento:
Se il vostro limone è biologico utilizzatelo pure con la scorza. Diversamente meglio eliminarla. In ogni caso, lavare il limone, spazzolarlo con uno spazzolino da cucina e tagliare qualche fettina sottilissima con un coltello molto affilato.
Lavare le foglie di insalata e asciugarle bene.
Mettere lo tsalafouti in una ciotolina insieme al cucchiaino di senape e mescolare per amalgamare bene i due ingredienti.
Velare il fondo di una padella con il cucchiaio di olio evo e scaldare le piadine una alla volta per un minuto al massimo per lato.
Prendere una piadina, metterla sul tagliere e spalmare sopra uno strato abbondante di formaggio.
Distribuire alcune fette di salmone cercando di coprire tutta la superficie delle piadine. Metterci sopra qualche fettina di limone qua e la, macinare del pepe e finire con delle foglie di lattuga. Sistemare sopra un’altra piadina e ripetere allo stesso modo con tutti gli ingredienti. Metterci sopra l’ultima piadina, premere un poco con i palmi per comprimere, e infilzare qualche stuzzicadente qua e là perché tengano insieme il tutto quando andremo a tagliare.
Con un coltello affilato tagliare verticalmente fino in fondo e poi orizzontalmente. Sostanzialmente tagliare a croce, ricavando 4 porzioni.
Servire come spuntino, come antipasto oppure come anche come cena da consumare davanti alla tele!
salmone affumicato e tsalafouti


2 commenti:

Chiara Giglio ha detto...

grazie per avermi fatto conosce un formaggio greco che deve essere buonissimo ! Un bacione

Great Mangiaregreco ha detto...

@chiara
se ti capita di trovarlo in grecia provalo. in alternativa se vieni a milano te lo faccio provare!
un bacione
buona domenica

Posta un commento