19/05/17

chef in mare 2017


L’estate è alle porte, le ferie sono state programmate da tempo, biglietti e albergo prenotati, guide comprate o scaricate e studiate attentamente. Già! E il ristorante? Quanti di voi centinaia di migliaia di vacanzieri che si riverseranno alle isole greche hanno pensato di prenotare anche il ristorante? Vabbe, le taverne sono sempre un vostro punto fermo e irrinunciabile, ma se volete farvi un’idea di che direzione stia prendendo la cucina greca, il massiccio trasloco degli chef dalla città al mare vi aiuterà e vi darà l’opportunità che cercavate bypassando Atene (ma fate male a bypassarla e non dite che non ve l’ho detto!).
Kea, Ios, Mykonos. Santorini, Naxos, Corfù, Skiathos ma anche la Calcidica ospitano quest’estate i migliori chef greci che sono in partenza per il mare esattamente come voi!

Kea
Lo chef che più di ogni altro ha legato il suo nome al mare, Lefteris Lazarou, a Kea o Tzia come la chiamano affettuosamente i greci, firma il menù del ristorante di Korissia “Porto Kea Suites” già membro del “Small Luxury Hotels of the World”. Dalla prima colazione con formaggi locali, miele al timo, pites di produzione propria, ai piatti freddi del pool bar, fino al ristorante con vista mare e piscina. Calamaro arrostito con crema di taramas, carpaccio di spigola con gelatina di ouzo, cheescake con chlorotyri delle Cicladi.

Grandma's a Ios
Ios
A Ios il pluripremiato e popolare chef collabora con il “Liostasi Hotel & Suites” dove si occupa del mezedopoleio del hotel. Firma la colazione e aggiorna il menù del ristorante “Grandma’s”. Linguine al nero con scampi, risoni con gamberi e moscato di Limnos, kakavià (zuppa) di pesci di scoglio per delineare una cucina greca con estensioni mediterranee. Fondamentalmente cucina di mare, ma dove si può anche trovare anche il trachanas con agnello, filetto con mouse di cavolfiore e cumino. I dolci portano la firma di Thodoris Moysidis, pasticcere del ristorante storico di Lazarou, il “Varoulko”.

Nella stessa isola Gkikas Xenakis, allarga la collaborazione con il gruppo Luxurios e oltre ai ristoranti “Taste of Joy” nella zona di Tzamarias e al “Pathos Sunset Lounge” alla spiaggia Koumpara, mette la sua firma al “Free Beach bar” che quest’anno si diverte e propone street food – souvlaki pork belly con salsa piccante allo yogurt, gyoza con xynotyri di Ios, confettura di pomodori e crema al basilico.
Lo  chef cura anche un nuovo all day spazio l’ “Erego” che aprirà a Koumpara verso fine Giugno. Cucina greca con pennellate esotiche. Spigola y-ouzo (ouzo, yuzu e chili) e un giouvetsi con frutti di mare, zucchine e bottarga.

Calcidica
Ettore Botrini oltre alla sua consolidata presenza a Corfù e Atene, quest’anno è presente anche in Calcidica. Al “Fresco” del nuovo hotel a 5 stelle “Sani Dunes” del “Sani Resort” che aprirà verso fine Giugno, giocherà su tematiche italiane. Sta progettando un menu-viaggio dal nord al sud della penisola; curerà inoltre il “Fresco Wine Bar” dove ci si potrà rilassare con un bicchiere di vino accompagnato con carpaccio di tonno e olio di oliva aromatizzato con cardamomo, il classicissimo prosciutto e melone e bruschette fantasiose.


Il baccalà di Panagiotis Giakalis
Nello stesso complesso che ha diversi nuclei gastronomici, Panagiotis Giakalis sta rinnovando la cucina di “Ammos” proprio sulla spiaggia del hotel Sani Beach. Grande enfasi ai prodotti di mare, profilo più rilassato a pranzo e toni più creativi alla sera (kritharotto di sarde con capperi, origano fresco e purè di limoni), valorizzando i prodotti di agricoltori e pescatori locali.


Selene a Santorini
Santorini
Cambiamenti anche per l’emblematico “Selene” di Santorini con executive chef Alexandros Tsiotinis e chef de cuisine Panos Tsikas. Sgombro con insalata di fagiolini e salsa di xynogalo (formaggio), baccalà in crosta di frittella di pomodoro e porri farciti, spigola in salsa avgolemono, purè di foglie di vite e sedano rapa per illustrare l’idea del duo sulla moderna cucina greca, sempre con riferimenti locali che sono il punto di partenza e arrivo della filosofia del ristorante.

terrina di coniglio con maionese di ostriche
Terrina di coniglio con maionese di ostriche, waffle con alghe e pickled verdure, zuppa affumicata di molluschi con aglio nero, astice ai carciofi salicornia e mais, pesche con anquilla affumicata sono alcune delle proposte di Adam Kontovàs al “Mylos” che gioca con la cucina creativa ed elementi greci e internazionali. Allo studio anche un menu degustazione che cambia tutti i giorni, mentre si sta approntando un mini festival con chef greci e stranieri.

A Imerovigli Vaggelis Leousis guiderà il nuovo di zecca “Andronis Concept Wellness Resort” che apre alla fine del mese dove presenterà una moderna cucina con colori greci e mediterranei. Si parla di tartare di granchio reale con acqua di pomodoro e crackers di riso, involtino di versa destrutturato e souvlaki, pikla cipolla, spuma di tzatziki e ladenia.

Dimitris Chronopoulos
Mykonos
Andando a Mykons, a Ornos, al “Kenhso Boutique Hotel & Suites” Giorgos Stylianoudakis affiancato da uno dei migliori pasticceri greci, Dimitris Chronopoulos, sta preparando una nuova serie di dessert e gioca ripensando e ritoccando la sua amata gastronomia cretese.

Athinagoras Kostakos
Athinagoras Kostakos firma il menu del ristorante “Branco, elegante boutique resort a Platis Yialos. Tra la piscina e la spiaggia verrà servita cucina greca evoluta con riferimenti al confort food. Insalata di pomodorini locali e formaggio di capra, ombrina con tapenade di pomodori, spalla di agnello in salsa verde. La firma dei cocktails è di Vassilis Kyritsis, bar tender del “Clumsies” che si è classificato nei primissimi posti tra i migliori bar del mondo.

Naxos
A Naxos, a Chora, Alexandros Charalampopoulos e Dimitris Dimitriadis firmano il menu del ristorante “Antamoma”, dove si potranno assaggiare sapori moderni con sfumature locali come loukoumades salati con graviera di Naxos e feta, gallo al pomodoro con pasta locale e graviera, risotto alla ghemistà e amygdalopita con gelato kaimaki e spuma di risogalo.

A Pyrgaki, Myrsini Lambraki sta firmando una collaborazione con “Finikas Hotel” che cambia cambiare totalmente il suo stile ma il nome che d’ora in poi si chiamerà Arianna, legando inestricabilmente i sapori di Naxos e Creta.


Corfù
Tra Atene e Corfù si muoverà Giannis Liokas, curando oltre il “Nolita” di Atene che quest’inverno ha fatto il suo ingresso trionfale nel panorama gastronomico, il “Nolita Corfù”. Preparatevi per i piatti più classici corfioti, il bourdeto e il sofrito in versione elegante. Idolci hanno la firma di Dionysis Alertas.

Miltos Armenis
Dall’ “Erimitis” di Paxoi dove si trovava fino all’anno scorso, Miltos Armenis ha traslocato a Corfù. Al ristorante “Kochyli del “Delfino Blu Boutique Hotel” a Aghios Stefanos presenterà una cucina greca creativa con elementi delle isole dello ionio.

Skiathos
A Skiathos Dimitris Agorastos ha creato insieme a Lefteris Bairamis il nuovo locale “Chef to Chef”. Stapatsada con granchi, pistacci di Aegina e bottarga, imam baildi con sarde e kreatopita di Skopelos con capretto.

Koufonissi
A Koufonissi infine, la squadra del famoso tsipouradiko MeZen di Volos, gestirà uno dei più conosciuti bar delle piccole cicladi, il “Sorokos”. 3 menu per i signature cocktails del locale per colazione, snack e tapas basati sui prodotti di mare dei pescatori locali e sui vegetali di Paros e Naxos. Hot dog di polpo con maionese di taramas, pastrami artigianale con mostarda di cedro da Naxos, rucola e cipolla fresca.


Convinti????

credits: athinorama.gr


1 commento:

Chiara Giglio ha detto...

se potessi andrei in ognuno di questi ristoranti !

Posta un commento