30/12/15

prassotigania / padellata di maiale con i porri


prassotiganià
La Grecia ha montagne spettacolari e una stagione invernale che va da Dicembre a Maggio. L'unica cosa che le manca è un po' di promotion”.
Non potrei non essere d'accordo con Constantine Papanikolaou, regista sportivo americano della California, di evidenti origini greche. Da piccolo trascorreva le estati con i nonni in Grecia; vedeva le alte montagne ma non riusciva a immaginarle innevate. Da grande invece le ha viste, l'hanno abbagliato e a deciso di girare un film dal titolo “Frozen Ambrosia” per contribuire a quel po' di promotion che manca!

E' una Grecia diversa, lontana dai clichè e dall'idea che i più hanno di questo paese tanto che sarebbero in molti a faticare a riconoscerla...Invece non bisogna dimenticare che le montagne ci sono, sono alte e i miei antenati in quella più alta ci hanno messo gli dei!
Tante riprese sono state girate nell'unità periferica di Euritania, nella Grecia centrale, dove lo stesso regista nel capoluogo Karpenisi ha molti amici e ci torna spesso.

P.S. Se amate la neve, siate originali!!! 

La padellata di maiale con i porri è una ricetta tipica dell'Euritania e Tessaglia, dove le due aree confinano. Il porro è un ortaggio che si usa tantissimo in questa cucina.

padellata di maiale con i porri

Ingredienti:
  • 500 gr. di carne di maiale (spalla già disossata oppure lonza)
  • 3 porri medi
  • 3 cipollotti
  • 1 bicchiere di vino bianco
  • olio evo
  • sale
  • pepe nero macinato fresco
  • aneto tritato (facoltativo)
  • il succo di mezzo limone
prassotiganià

Procedimento:
Tagliare la carne a cubetti delle dimensioni di un boccone. In una casseruola bassa versare qualche cucchiaio di olio evo e far rosolare la carne a fuoco vivace.
Tagliare le foglie verdi ai porri e tenere solo la parte bianca. Pulire i cipollotti, scartare le foglie verdi non integre. Lavare accuratamente porri e cipollotti e asciugare. Tagliarli a rondelle.
Togliere la carne dalla casseruola e sistemarla su un piatto. Nella stessa casseruola dove è stata rosolata la carne versare porri e cipollotti, abbassare la fiamma e far stufare per 15 minuti. Rimettere la carne sul fuoco insieme ai porri, alzare leggermente la fiamma e versare il vino bianco. Far evaporare l'alcool, abbassare di nuovo la fiamma, salare e macinare del pepe.
Coprire e cuocere per circa 1 ora un'ora e mezza, finchè la carne non sia tenera. Bisogno di liquidi non dovrebbe esserci. Ma nel caso, aggiungere un poco di acqua calda.
A fine cottura versare il succo del limone, mescolare e dopo un paio di minuti ritirare dal fuoco. Servire con del buon pane.

Nota: la ricetta originale non prevede i cipollotti e l'aneto, ma a mio parere ci stanno!

prassotiganià




3 commenti:

edvige ha detto...

Veramente invitante ho proprio un pezzo di lonza che studiavo cosa fare ed anche gli altri ingredienti incluso l'aneto.
Preso nota grazie.
Buona prosecuzione 2016 e4 buona fine settimana.

speedy70 ha detto...

Un piatto gustosissimo, mi piacciono molto i porri!!!!

Chiara Giglio ha detto...

cara Irene la Grecia è talmente bella che meriterebbe un turismo invernale un pò più numeroso, io la conosco solo per l'estate e già inizio a sognarla ! Buono quel piatto, gli ingredienti mi piacciono ! Buon 2016, ti porti tutto il meglio, un grande abbraccio !

Posta un commento