13/05/16

liquore di kumquat


liquore di kumquat
Il liquore di kumquat è il simbolo di Corfù ed è una delle prime cose che viene in mente a un greco quando pensa all'isola che ha coniugato il suo nome con questo frutto. A Corfù si coltiva sistematicamente dal 1924, quando il botanico e viaggiatore Sidney Merlin lo portò dalla Cina all'isola dove viveva e aveva ampi terreni da coltivare.
Da allora la coltivazione prosegue senza soluzione di continuità; attualmente si estende su una superficie di circa 50 ettari e la produzione è di circa 140 tonnellate all'anno di cui la maggior parte si assorbe localmente. Una piccola parte viene esportata in Italia e in Francia.
Con i frutti si prepara il liquore, ma si preparano anche marmellate di kumquat, e kumquat canditi. Ultimamente con il vento delle innovazioni culinarie che sono arrivate al paese alcuni li utilizzano anche in cucina.
Per preparare il liquore ho utilizzato la vodka, ma va bene anche la grappa; alcuni aggiungono un bastoncino di cannella o qualche chiodo di garofano durante la bollitura dello sciroppo ma a mio parere non serve se non a confondere il delicato profumo dell'agrume.

liquore di kumquat

Ingredienti:
  • 1 kg di kumquat
  • una bottiglia (750 ml) di vodka di buona qualità
  • 700 gr. di zucchero semolato
  • 350 ml di acqua
Procedimento:
Scegliere dei kumquat maturi ma sodi. Lavarli, asciugarli e con uno stuzzicadenti bucherellarli qua e là. Sistemarli insieme alla vodka in un vaso di vetro, chiuderlo e porlo in luogo buio per 1 mese. Trascorso il mese, preparare uno sciroppo facendo bollire l'acqua con lo zucchero per 5 minuti, finchè non si è sciolto lo zucchero. Lasciare raffreddare completamente e versarlo nel vaso con i kumquat. Chiudere e lasciare ancora per 1 settimana.

Togliere i kumquat, filtrare con filtri di carta da caffè per 2 volte e travasare nelle bottiglie.

λικερ κουμ κουατ



8 commenti:

giulia pignatelli ha detto...

Bellissimo colore! Grazie

cristina b. ha detto...

ciao Irene! proprio ieri mi sei venuta in mente, perché pensavo alla tua fantastica zarkopita (devo rifarla presto!)…
i kumquat mi piacciono un sacco, ho anche un piccolissimo alberello sul balcone, ma non sapevo che fossero il simbolo di Corfù! questo liquore dal colore bellissimo s'ha da fare :)))
buon weekend e a presto

Great Mangiaregreco ha detto...

@giulia
pensa che il colore di quello che si vende a corfù è praticamente arancione, non so se per i kumquat oppure se si usa qualche colorante. io ho lasciato al naturale! grazie a te

@ cristina
pensa che quando eravamo piccoli, noi ateniesi intendo, e sentivamo parlare di kumquat, non sapendo cosa fosse, ci immaginavamo di ogni! bastava andare a corfù! :) ma poi abbiamo rimediato!

Chiara Giglio ha detto...

non ho mai assaggiato il kumquat, adesso mi hai incuriosito, spero di trovarli qui...Buon weekend, un bacione

Claudia Di Nardo ha detto...

Quando son stata a Corfù un paio di anni fa.. ricordo benissimo che al centro.. ogni negozietto vendeva questo liquore.. che io conosco benissimo.. in quanto lo facemmo molti anni fa con i frutti dell'alberello che avevamo in giardino! E' davvero buonissimo.. e lo preferisco di gran lunga al limoncello! :-***

Ruli ha detto...

Ho un alberello di kumquat, mi piacciono tantissimo. Ma non beviamo più i liquori... mi restano là. Aspetto che tu metta la marmellata o i frutti canditi...

Batù Simo ha detto...

che bicchierino accattivante! la Grecia e tutta la cultura, anche quella culinaria, di quel Paese mi affascina moltissimo, e così..eccomi qui, mi sono unita con molto piacere per godere delle tue prelibatezze e chicche letterarie :-) a presto

Italians Do Eat Better ha detto...

Una volta avevo un alberello di kumquat e li facevo sciroppati, da usare sopra il dessert, ma non ho mai pensato di farci il liquore, deve essere molto buono!

Posta un commento