20/01/14

pollo con carciofi al limone


La nonna di mia figlia adorava (da parte materna)  i colli dei polli. Quando avevamo il pollo per pranzo il collo toccava sempre a lei.  Noi lo snobbavamo e lei lo prendeva con aria apparentemente rassegnata: “Va bè, se nessuno lo vuole….” e cominciava a districarsi tra gli ossicini. Qualche rara volta, quando voleva concedersi un “mezès” coi fiocchi, prendeva che ne so, mezzo chilo di colli di pollo e se li cucinava al forno.  De gustibus!!!

L’altra nonna di mia figlia (da parte paterna) adorava le zampe del pollo. Quando trovava un pollo o una gallina con le zampe, le cucinava e le mangiava. Solo lei. Le due nonne sarebbero andate molto d’accordo vivessero vicino!

Non so se il trend nose to tail sia dovuto alla crisi, ma ben venga  qualsiasi trend  che ci insegni a cucinare e apprezzare i colli, le zampe, le code e le creste. Forse per la prima volta nella mia vita voglio essere modaiola e d'ora in poi me lo ricorderò quando vado a fare spesa.



Ingredienti:
-          1 pollo circa 1.200 gr.
-          8 carciofi
-          olio evo
-          2 cipollotti tritati
-          1 scalogno tritato
-          1 bicchiere di vino bianco
-          aneto e prezzemolo tritato
-          sale, pepe macinato fresco
-          il succo di un limone
-          1 cucchiaio di farina
-          brodo vegetale (in alternativa acqua)
Procedimento:
Tagliare in 4 parti il pollo, togliere la pelle, lavarlo e asciugarlo. Versare l’olio in una pentola  larga e bassa e a fuoco vivace rosolare bene i pezzi di pollo da tutte le parti. Toglierli dal fuoco, sistemarli in un piatto, abbassare il fuoco  e  nella stessa padella far appassire i cipollotti e lo scalogno. Rimettere il pollo nella padella  e sfumare con il vino.  Salare, macinare del pepe nero e versare il brodo fino a coprire a filo il pollo. Coprire e cuocere a fiamma bassa per 50 minuti.
Pulire i carciofi da tutte le foglie, tagliare a metà il cuore e togliere la peluria interna. Tagliarli di  nuovo a metà  e immergerli in acqua acidulata.
Trascorsi i 50 minuti di cottura del pollo, unire i carciofi scolati e cuocere ancora per 20 minuti. Sciogliere la farina nel succo di limone e versarlo  nel pollo con i carciofi. Scuotere la pentola per farlo andare ovunque , lasciare cuocere per 5 minuti  ancora e ritirare dal fuoco.

Servire con del riso pilaf.


6 commenti:

giulia pignatelli ha detto...

molto buono questo piatto Irene, mi fido ciecamente.. Anche le mie nonne avevano dei vezzi che noi non capiremmo, se non pensassimo al fatto, forse, che hanno visto la fame molto da vicino e ogni cosa avesse un gusto per loro era sacra.. Felice giornata :)

matematicaecucina ha detto...

ottima ricetta, ha un aspetto molto goloso!
buona settimana

Amelie ha detto...

Mi piace questa tua proposta per il pollo, grazie!
felice settimana
amelie

ΕΛΕΝΑ ha detto...

Το κοτόπουλο συνδυάζεται υπέροχα με τις αγκινάρες!
Πολύ νόστιμο φαγάκι μαγείρεψες Ειρήνη μου, και μάλιστα το προτιμώ λεμονάτο (με μπόλικο λεμονάκι) όπως το έκανες, παρά αυγολέμονο!
Φιλιά, καλή βδομάδα!

kiki ha detto...

Νόστιμο το φαγητό σου!

Penelope ha detto...

Πολύ γευστικό και νόστιμο φαγητό Ειρήνη μου. Και δένει υπέροχα με την μυρωδάτη σάλτσα του λεμονιού!
Καλό βράδυ εύχομαι.

Posta un commento