29/11/13

manitaropita / pita con i funghi



I  primi contatti  con i fiumi e i boschi ho cominciato ad averli in Italia; i primi approcci con i pesci di fiume e con i funghi ho cominciato ad averli in Italia.  Le quattro cose andavano insieme, i fiumi i boschi i pesci e i funghi, seguendo il papà di mia figlia che è un gran pescatore e un gran conoscitore di funghi.
Dopo qualche anno però mi sono stancata e ho smesso di seguirlo (francamente pescavo anche io con qualche discreto risultato)  ma qualche pesce appena pescato  oppure un bel misto di funghi appena raccolti, qualche rara volta continuano ad arrivare alla mia tavola e io ci faccio una pita, come un italiano farebbe un sugo per la pasta!!!


Ingredienti:
Per la pasta:
-          5 cucchiai colmi di farina 00
-          2 cucchiai di farina di lenticchie
-          2 cucchiai di olio evo
-          1 cucchiaio di vino bianco secco
-          sale
-          1 bicchiere da vino di acqua tiepida sul caldo
Per il ripieno:
-          300 gr. di funghi freschi
-          1 pugnetto di porcini secchi
-          1 pugnetto di riso (io ho messo il vialone nano)
-          50 gr. di provolone dolce
-          1 uovo
-          erba cipollina tritata
-          prezzemolo tritato
-          1 scalogno tritato
-          sale
-          pepe bianco  macinato fresco
-          3 cucchiai di olio evo + 2 per oliare la superficie + 1 per oliare la teglia
Procedimento:
Per prima cosa preparare l’impasto. Prendere 2 cucchiai colmi di lenticchie e ridurle in farina nel cutter. In una ciotola setacciare la farina 00 con la farina di lenticchie e versare l’olio, il vino e il sale. Incorporare l’acqua poca alla volta e lavorare l’impasto per una decina di minuti, fino a diventare liscio ed elastico. Data la presenza della farina di lenticchie va da sé che la consistenza e l’elasticità sono diverse da quelle che si ottengono con la farina 00 o 0 quindi l’impasto resta un po’ ruvido. Fare una  palla, ungere le mani con dell’olio evo, oliare l’impasto e metterlo a riposo per un’ora coperto.
Mettere a mollo i funghi secchi. Tagliare i gambi se duri, e spazzolare i funghi freschi con uno spazzolino morbido, in alternativa usare un panno. Tagliarli grossolanamente a pezzi.  Scolare i funghi secchi e tagliare pure questi .  Filtrare l’acqua, scaldarla e tenerla calda.  In una padella far appassire lo scalogno nell’olio e versare tutti i funghi. Far appassire pure questi a fuoco basso mescolando qualche volta e versare il vino. Alzare un poco la fiamma per far evaporare l’alcool e dopo un paio di minuti versare il riso. Mescolare e far cuocere per una decina di minuti. Nel caso servisse, versare un poco dell’acqua dell’ammollo dei porcini  per non far asciugare troppo. Salare, pepare e unire l’erba cipollina e il prezzemolo. Per ultimo aggiungere il formaggio, mescolare e ritirare dal fuoco. Lasciare raffreddare.


Prendere l’impasto, dividerlo in due (un pezzo leggermente più grande dell’altro e tirarlo con il mattarello nelle dimensioni della teglia dove si andrà a cuocere la pita. Lo strato sotto deve essere leggermente più grande per poter ripiegare i bordi sul ripieno. Oliare la teglia e stender la pasta. Versare sopra il ripieno e distribuirlo uniformemente. Sbattere un uovo e versarlo sul ripieno. Stendere il secondo pezzo della pasta, coprire il ripieno, oliare con un pennello e con un coltello affilato incidere la pita senza andare fino il fondo. Questo lo facciamo per dar modo ai vapori del ripieno di fuoriuscire e non far diventare molliccia la pasta.

Accendere il forno a 200 gradi e infornare per 10 minuti. Trascorsi questi, abbassare a 180 e far cuocere ancora per altri 30 minuti.


8 commenti:

Araba Felice ha detto...

Sembra assolutamente deliziosa, vorrei provarla.
Spero di trovare la farina di lenticchie!

Araba Felice ha detto...

Intendo dire perchè non credo il mio cutter sia abbastanza potente da polverizzarle come fai tu!

grEAT ha detto...

@stefania
è uno delle poche cose che ho!!! :) ci tengo, per ridurre in farina o poltiglia un pò tutto. sono una gran pasticciona! :)
in ogni caso la farina di lenticchie è una licenza poetica anche se veramente è da urlo!! senza false modestie. mi stuzzicava anche l'idea della farina di castagne,ma in ultimo ho avuto paura del sapore dolciastro!

Ale only kitchen ha detto...

Anche a me sembra deliziosa questa pita, amo i funghi, ed è perfetta anche per il mio recente avvicinamento ai legumi... Spero che il mio cutter faccia il suo lavoro :-)

grEAT ha detto...

@ale
grazie ale. come dicevo alla stefania qui sopra, secondo me potrebbero andare bene anche farina di ceci o di castagne o anche altre farine o soltanto farina 00 con una quantità di acqua chiaramente diversa di quella indicata in questa ricetta.
buon fine settimana

irene

giulia pignatelli ha detto...

sembra ottima Irene! grazie per le tue idee sempre stuzzicanti :)

Manuela e Silvia ha detto...

Leggera e diversa la base con questa farina di lenticchie, ottimo e filante il ripieno, oltre che saporito e tutto di stagione. Insomma questa pita ci piace davvero molto. Copiamo subito la ricetta.
baci baci

Chiara Giglio ha detto...

una pasta originale, mi attira molto con le lenticchie....Buona settimana Irene, un abbraccio

Posta un commento