17/10/13

lagana con poolish



Non si dovrebbe fare, ma a giudicare da me, le persone puntuali generalmente sono ansiose. L’ansia di arrivare a un appuntamento in ritardo spinge ad arrivare alla fine in anticipo. L’ansia di perdere un treno, un aereo,  banalmente un autobus, spinge ad arrivare alla stazione, all' aeroporto o alla fermata in anticipo. Ecco, io appartengo a questa categoria di persone. Ansiose e puntuali. E perché ritardi ci deve essere un evento straordinario, che ne so, un cataclisma, un terremoto, uno sciopero, un imprevisto  cui non si può rimediare.
E’ quanto è successo il 16 di ottobre, giornata mondiale del pane. Avevo deciso di postare la ricetta di questo pane  ma poi ho letto questa notizia e mi sono distratta!!!
Premetto che non è periodo di lagana; questo pane è talmente legato  alla tradizione dell’apertura del digiuno quaresimale di Pasqua, che proporlo in un altro contesto sembra quasi un’eresia.
A mia discolpa dico che volevo proporre un pane particolare e che ho voluto provare a prepararlo con il poolish. Il risultato è stato molto soddisfacente. Soffice e per niente gommoso.
Tante informazioni sul poolish le ho prese dal sito di gennarino,  e da questo qui, molto interessante.


Per il poolish:
-          100 gr. di farina tipo manitoba
-          100 gr. di acqua temperatura 30 – 31 gradi
-          2 gr. di lievito di birra fresco
Procedimento:
Versare l’acqua in un contenitore, sciogliervi il lievito, mescolare bene e lasciare lievitare per due ore.
Per l’impasto:
-          200 gr. di farina 0
-          125 gr. di acqua a temperatura 30 – 31 gradi
-          4 gr. di lievito di birra fresco
-          1 cucchiaino di tahini
-          ½ cucchiaino di miele
-          1 cucchiaino raso di sale
-          olio per ungere
Procedimento:
Versare l’acqua in un recipiente, sciogliervi il lievito, aggiungere il tahini e il miele. Versare il poolish e poca alla volta la farina.  Io ho impastato a mano ma ovviamente nulla impedisce di farlo con l’impastatrice. Anzi.....Quando l’impasto comincia a prendere consistenza, aggiungere il sale e continuare a impastare.
L’impasto inizialmente è parecchio appiccicoso, se non si riesce a lavorare, infarinare leggermente le mani e continuare, finchè non diventa liscio e omogeneo. Quando l’impasto comincia a prendere forma, per me diventa più agevole ungere le mani con dell’olio evo e continuare a impastare. Secondo me ha il vantaggio di non continuare ad aggiungere farina che alla fine rende il pane più compatto, inoltre diventa veramente più facile lavorarlo.
Formare una palla e lasciare lievitare per circa 2 ore. Tanto si è voluto a me con le temperature di questi giorni. Durante la prima ora e dopo 20 minuti dall’inizio lievitazione, prendere l’impasto, dargli leggermente la forma di un rettangolo e piegarlo prima prendendo la parte bassa e piegandola verso l’interno. Fare lo stesso con la metà alta e con il 2 lati. Piegare di nuovo a 2 e mettere a lievitare con il lato dell’unione in basso. Ripetere ogni 20 minuti soltanto per la prima ora, per un totale di 3 volte.
Dopo la lievitazione prendere l’impasto e stenderlo con le mani su teglia foderata di carta forno. Allungarlo e assottigliarlo con le dita, a circa 1 cm. di spessore, dandogli la forma tipica del pane lagana.
Lasciare lievitare per 1 ora ancora. Accendere il forno a 190  gradi. Posizionare una teglia sul piano più basso e versarvi un bicchiere di acqua.
Fare un trito di origano, timo, maggiorana e sesamo. Spennellare la lagana con un filo di olio e condire con il trito.
Infornare per circa 40 minuti. Togliere dal forno, spargere dei fiocchi di pomodoro e lasciare raffreddare sulla gratella.




10 commenti:

Luisa Piva ha detto...

adoro.. e dico ADORO questa ricetta.. non vedo l'ora di provare a farla!
ingredienti favolosi
baci

grEAT ha detto...

@luisa
a chi lo dici!!! :)
grazie un bacio a te

Chiara Giglio ha detto...

mi piacciono molto le focacce, questa tua sembra molto saporita ! Un bacione Irene...

Araba Felice ha detto...

Sembra buonissimo, lo provo di certo!

grEAT ha detto...

@chiara
grazie chiara. lo è lo è....
un abbraccio

@stefania
sono sicurissima ti piacerà! :)
grazie

giulia pignatelli ha detto...

bellissimo!!! Hai scritto 16 settembre anzichè 16 ottobre :)

grEAT ha detto...

grazie giulia! sono appiccicata al pc e ho visto subito! :)
corretto!
un bacio

Ειρήνη Ε. ha detto...

Ειρήνη, ιδιαίτερη αυτή η συνταγή για τη λαγάνα. Πραγματικά ενδιαφέρουσα. Την έχεις καλοψήσει και είναι πολύ λαχταριστή! Για εμένα, θα ήταν ήταν η καλύτερη παρέα με ντοματοσαλάτα και τυράκι φέτα!
Καλοφάγωτη.
Καλό Σαββατοκύριακο.

grEAT ha detto...

ειρηνη, ακριβως ετσι την φαγαμε! :)
σε ευχαριστω.
καλη κυριακη

Elisa Sorriso ha detto...

ciao ti ho scoperta per caso e ne sono felice il tuo blog mi piace e ti seguo volentieri se ti va vienimi a trovare sul mio blog spicchidelgusto
ciaooooo

Posta un commento