07/08/13

bamies al forno con feta / bamies sto fourno me feta


bamies al forno con feta

Pian piano ci arriviamo! Andare per esotismi, sempre più diventa a portata di mano. Così, dopo aver trovato la panna acida, il cremor tartaro, la harissa, il tahin, le foglie di vite,  oltre a una relativamente fornita varietà di salsine e prodotti giapponesi a una esselunga, l’aneto e il finocchietto selvatico al mercato, è arrivata l’ora delle bamies od okra che dir si voglia, al mercato.
Finora le bamies le compravo surgelate nei negozi etnici, ma qualche giorno fa le ho trovate belle fresche al mercato. Me l’ aspettavo in realtà che prima o poi sarebbero apparse; qualche tempo fa avevo visto alla tv una trasmissione che riprendeva la coltivazione delle bamies in Italia, coltivate da un signore asiatico di cui non ricordo la nazionalità.
Insomma, stavo dicendo che le ho trovate ed erano veramente belle. Fresche, sode, verdi quanto basta per indicare uno stato di  buona salute e non ho resistito. Ho comprato mezzo kilo per 2 euro.  Anche se hanno dei  nemici fanatici  a causa di una certa loro viscidità e pelosità, hanno anche degli amici appassionati. Io sono appartenuta alla prima categoria da piccola per poi cambiare idea e diventarne fan appassionata da grande.

Le bamies vanno trattate con delicatezza e sapienza per poter esprimersi al meglio. Innanzitutto per pulirle non si taglia il gambo di netto ma si pulisce tutt’intorno, a cono. Poi, vanno fatte “asciugare”. Io ho seguito il metodo madre, della mia intendo,  che non falla mai, cioè le ho esposte al sole spruzzate di aceto. Se non c’è sole oppure se non disponiamo di uno spazio all'aperto, le  spruzziamo di aceto e le inforniamo  per 30 minuti. a 150 gradi.  Se viceversa vogliamo evitare il trattamento iniziale, le compriamo surgelate che tanto sono già pulite e saltiamo direttamente alla fase della cottura.

Io le ho sempre mangiate fresche in Grecia e surgelate in Italia, fino a qualche giorno fa che le ho trovato fresche. Non è per ribadire luoghi comuni o far paragoni tra fresco e surgelato che come ho diverse volte ribadito spesso il surgelato è meglio del fresco, ma per quanto riguarda le bamies,  fresche sono un’altra cosa. 


Ingredienti: (per 2)
  •            mezzo kilo di bamies
  •           2 grandi pomodori maturi spellati  e tagliati a dadini
  •           1 tazza da thè di brodo vegetale
  •           100 gr. di feta
  •           1 peperoncino piccante tritato
  •           1 scalogno tritato
  •       prezzemolo tritato
  •           olio evo
  •           sale
Procedimento:
Lavare i pomodori e con un coltello affilato  incidere una croce sulla base. Tuffarli in acqua bollente per 1 minuto. Scolarli, e quando si potranno toccare con le mani spellarli tirando la buccia dai lembi della croce. Metterli sul tagliere e tagliarli a dadini piccoli raccogliendo anche tutti i succhi che rilasciano.

Pulire  le bamies  tagliando il gambo tutt’intorno con un coltello affilato, stando attenti a non tagliare la base che trattiene i semi all'interno. Procedere al trattamento precottura scelto. 

Far  appassire lo scalogno nell'olio  per 3 - 4 minuti in una padella grande.  Aggiungere il peperoncino, i pomodori e il prezzemolo e  cuocere per 5 minuti a fuoco basso.. Unire le bamies, salare leggermente e far insaporire mescolando con molta delicatezza per non rischiare di romperle. Dopo 3  minuti trasferire  il contenuto della padella in una pirofila. Versare il brodo vegetale, coprire  con  carta alluminio e infornare  a 180 gradi per 30 minuti. Togliere la carta, spargere la feta sbriciolata  e continuare la cottura per altri 20 minuti.
Lasciare intiepidire come cucina greca comanda e servire.

Questi piatti per noi sono piatti unici e li accompagniamo con del pane e un'insalata di pomodori oppure a foglia.

bamies al forno con feta



11 commenti:

ΕΛΕΝΑ ha detto...

Τις καλομαγείρεψες στον φούρνο, και ο συνδυασμός με την φέτα θα έδωσε πεντανόστιμο αποτέλεσμα!
Φιλιά!

cristina b. ha detto...

le bamies, queste sconosciute... domani c'è il mercato vicino a casa mia, chissà se riesco a trovare questa strana (per me) verdura!
in verità mi spaventa un po' il viscidume, ma sono davvero curiosa di assaggiarle.
grazie, a presto

grEAT ha detto...

@cristina
se le trovi e decidi di provarle fai il trattamento precottura. il viscido sparisce.
un bacio

@elena
αληθεια ηταν πολυ νοστιμες με την φετα. δεν θα με πιστεψεις, αλλα πρωτη φορα που βρηκα φρεσκες μπαμιες στο μιλανο.
φιλακι

Chiara Giglio ha detto...

non le ho mai nemmeno viste !Provo a cercarle, un bacione !

Jennifer ha detto...

Ecco....l'altro gg ti ho scritto su fb che nn riesco a postare nel blog ed oggi magicamente tutto funziona!!!!!
I love bamies....peccato che qui nn ce ne sia l'ombra :-(

grEAT ha detto...

@chiara
guarda, se decidi, quasi sicuramente le trovi surgelate nei negozi asiatici.
bacio e buon fine settimana

@jennifer
ahhhhh........ eri tu????? cavoli, non lo sapevo.
prova a cercare le bamies nei negozi alimentari asiatici. in genere le hanno, surgelate, ma le hanno.
bacio
ps. non sapendo che eri tu su fb, giusto qualche giorno fa mi domandavo dove fossi sparita! :)

Jennifer ha detto...

Viva e vegeta,presente ma trasparente,ahahahahahah!!!!Tutto ok tu?

grEAT ha detto...

@jennifer
si, si tutto bene. agosto al lavoro ma va bene così... di vacanze ne ho fatte tante ma così tante che mi hanno persino stancato!!! :)))

Iola ha detto...

This is cool!

Ale only kitchen ha detto...

Quando ero a casa in maternità, e riuscivo ad andare al mercato del venerdì mattina vicino a casa, ogni tanto trovavo l'okra, ma non l'ho mai comprata... Ricirfo che la preparava ha mamma della mia amica e mi piaceva molto! Grazie:)

Great Mangiaregreco ha detto...

@ale
si, infatti, bisogna aver tempo per andare al mercato. anche quello della mia zona è di venerdì, e raramente riesco ad andarci. :(

Posta un commento