12/06/13

sokolatopitakia



la pasta per le pites e per i dolci si distingue in 4 tipi:
-       la fillo casalinga, quella che  comunemente viene chiamata “paesana”,  con farina, acqua e olio e spesso con un ulteriore ingrediente che varia da zona a zona. Può essere aceto, vino o grappa.
-      la fillo kroustas, fatta con farina, acqua e amidi come la maizena.
-      la fillo di Beirut (e non chiedetemi perché si chiami così, lo ignoro, ma se volete mi posso informare) che si prepara con farina, burro, uova. 
-      infine  la “kouroù” che è una sorta di brisè, fatta con farina e burro, (molto spesso si usano grassi vegetali tipo la margarina), stesso metodo della brisè, con l’aggiunta di yogurt anziché di acqua fredda. 
Con la fillo casalinga e con la kouroù  si preparano  pites dolci e salate;  la fillo kroustas e la fillo di Beirut oltre che per le pites sono ottimali per i dolci tipo il baklavas. Ovviamente di varianti ce ne sono tante, ma sono variazioni sul tema.
Generalmente a casa si prepara la fillo casalinga e la kourou; le altre due per la loro estrema sottigliezza sono molto difficili da realizzare, anche se c’è chi ci prova, con qualche successo.

Per questi dolcetti ho usato  la fillo casalinga, ma indifferentemente avrei potuto la fillo kroustas, che è quella che troviamo in Italia.


Ingredienti:
-          3 fogli di pasta fillo
-          nocciole tostate e tritate
-          150 gr. di cioccolato fondente
-          3 cucchiai di zucchero semolato
-          burro fuso  per ungere la fillo
-          zucchero a velo
Procedimento:
Tritiamo al coltello il cioccolato. Mescoliamo il cioccolato con le nocciole e lo zucchero semolato.
Spargiamo  un terzo del  misto di cioccolato sul foglio imburrato. Copriamo con un altro foglio imburrato e spargiamo ancora un terzo del misto di cioccolato. Copriamo con il terzo foglio imburrato e finiamo con il misto del cioccolato. Arrotoliamo per la lunghezza in rotolo un po’ stretto e tagliamo con un coltello affilato a pezzi di un paio di centimetri.  Li sistemiamo su una teglia imburrata, li imburriamo con del burro fuso e cuociamo per circa 20 minuti a 190 gradi. Togliamo dal forno quando saranno dorati e spargiamo sopra dello zucchero a velo.



-           

10 commenti:

annaferna ha detto...

ciao Irene
ho imparato grazie a te una nuova peculiarità della cucina greca!
e immagino la bontà di questo cannoncino goloso!!! ^_^. Tu quale ingrediente segreto hai usato per questa casalinga?
bacio

grEAT ha detto...

@annaferna
grappa!! :) un bacione e buona giornata

giulia pignatelli ha detto...

Irene, un risveglio migliore di questo non potevo averlo! Ottimo il dolce e grazie sulle indicazioni per la fillo ;)

Penelope ha detto...

Ο γιόκας μου θα τα λατρέψει σίγουρα Ειρήνη μου.

Σοκολάτα και ζύμη, ο αγαπημένος του συνδυασμός σε κάθε δυνατή περίπτωση :-)))

matematicaecucina ha detto...

molto golosi!

annamaria ha detto...

le tue ricette sono sempre meravigliose.
E' bello tornare a leggerti.
A presto.

Kate'sCakeBox ha detto...

MAGIC τα σοκολατοπιτάκια σου Ειρηνάκι μου!λαχταριστά και υπέροχα,κολάζουν γονείς και παιδιά!!φιλάκια πολλά!

grEAT ha detto...

@giulia
grazie giulia. un bacione e buon fine settimana.

@penelope
συμφωνω στον συνδυασμο. την πρωτη φορα, μιλαω πριν απο χρονια, που ειδα τον συζυγο να τρωει σοκολατα με ψωμι, παραξενευτηκα, εμεις δεν το συνηθιζαμε, αλλα τελικα ειναι απιθανος συνδυασμος γευσεων.
φιλακια και καλο σαββατοκυριακο

grEAT ha detto...

@laura
grazie laura. buon fine settimana e salutami il nipotino.
un bacio

@annamaria
che sorpresa! :) bentornata cara.
un bacio grande

@kate
σε ευχαριστω και καλως ορισες.

Clementinadolcezzeinfinite B ha detto...

Appena riesco a trovare la pasta fillo la prova, sembra ottima!!

Posta un commento