23/06/13

kanelada / bevanda di cannella





Kanelada, vyssinada, soumada, lemonada, portokalada, sono le bibite estive che bevevamo da piccoli, fatte in casa,  e molto altro non c'era. A dir il vero la kanelada no; non la si faceva a casa mia, ci era sconosciuta e a ragione visto che è una bibita che si usa alle isole e io non sono isolana.
La bibita l'ha presentata  Elias Mamalakis in  una delle sue  trasmissioni televisive ed è dell'isola  di Kos ma io ho seguito le indicazioni di un calendario ecclesiastico che mi ha mandato la mamma, con ricette del Monte Athos. Evidentemente la fanno anche lì!

La sua preparazione è molto semplice come si legge di seguito. Mamalakis suggerisce di mettere in bollitura insieme a tutto il resto anche qualche fogliolina di quella pianta molto usata in Grecia che si chiama arbaroriza. In Italia non credo di averla mai vista ma forse al sud è più facile trovarla che al nord. In ogni caso, pare sia il pelargonium graveolens  e quindi di geranio si tratta ma  anche se ora so il suo nome scientifico, ugualmente non saprei dove trovarla quindi l’ho omessa. Per la verità non tutti la aggiungono, altri ne fanno a meno per scelta!


In una pentola versare mezzo kilo di zucchero, un litro di acqua e 4 – 5 bastoncini di cannella (dipende da quanto siano grandi), e 3 chiodi  di garofano.
Mettere sul fuoco  e far bollire per  30 minuti, togliendo la schiuma dovesse formarsi.  Ritirare dal fuoco e filtrare. Lasciare raffreddare e versare in una bottiglia.
Indifferentemente si può tenere sia in frigo che fuori.  Le proporzioni per servire sono 1 parte di sciroppo e 3 di acqua. Acqua fredda e magari frizzante è ottima. I cubetti di ghiaccio,  diciamo indispensabili!
Nota:  alcuni usano del colorante alimentare per dare un bel colore rosso alla bevanda. In tal caso, seguire le indicazioni riportate sul colorante stesso.



18 commenti:

matematicaecucina ha detto...

la provo! è semplice da fare e sarà buonissima!

grEAT ha detto...

@laura
si, infatti, è buonissima e semplicissima! :)
buona serata

Anonimo ha detto...

Hola, te envío el link aun concurso de cocina de trucha por si es de tu interés

http://concursorecetas.esacua.com

Saludos

Manu CatMan ha detto...

Me encanta!!!

matematicaecucina ha detto...

Ho rifatto la tua Patopita:
http://matematicaecucina.blogspot.it/2013/06/pizza-di-patate-alla-greca-patatopita.html
a presto

edvige ha detto...

Buono finalmente ho la ricetta mi piace da matti ciaoo e buona settimana

Edith Pilaff ha detto...

Ciao Irene e' la terza volta che passo a salivare su questo tuo post.In famiglia sono l'unica ad apprezzare la canella e mi segno subito questa robina qui.Ho provato diverse volte a fare la granita alla canella che si faceva un tempo in Sicilia, con risultati deludenti,quindi mi consolero' con questo drink!
Ma la cosa piu' intrigante e' la menzione del pelargonium graveolens.Sai che si usa/va nella cucina inglese?In una cremina tutta sua e (anche meglio)nel gelato di uva spina...
Buona serata,a presto

grEAT ha detto...

@manu
grazie! e quando vai in grecia aspetto che mi racconti! :)

@laura
grazie laura. ti ho risposto al tuo post.
un bacio

@edvige
se piace la cannella, allora fa per te!
un abbraccio

@edith
credo ti piacerà. io non sono una da granite, troppo fredde, brrrrrr, ma ultimamente mi sono fissata con una granita al caffè.
ma questo pelargonium, che buffo, davvero si usava in inghilterra? quella cremina, non è che scrivi la ricettina? la traduco in greco, tanto in grecia ce l'hanno tutti!
un bacio

irene

Penelope ha detto...

Απλώς...αγαπημένο!

grEAT ha detto...

@penelope
χαθηκαμε πηνελοπη! τρεχω και δεν φτανω......
φιλακια, καλο απογευμα

Fran Muñoz ha detto...

prepi na kano auta pota stin kalokaipi! Xairo poli na sou diabazo

giulia pignatelli ha detto...

Ottima!! Proverò anche questa!

stef@no ha detto...

un ringraziamento qui. Me la sto bevendo da solo, che la mogliera è a dieta e le le figlie fanno le schizzinose.
E me la gusto. Grazie ancora

grEAT ha detto...

@stefano
capisco la moglie! :) anche io sono perennemente a dieta, e quello che preparo quando non è conforme alla dieta, giusto un assaggino per verificare il lavoro fatto!
sono contenta che ti piaccia. è semplice, ma veramente deliziosa.
irene

Miri ha detto...

Ciao Irene. A me l'hanno regalata lo scorso anno e la gusto anche per aromatizzare il caffè freddo, non zuccherato ovviamente. Grazie per la ricetta

Chiara Giglio ha detto...

non la conosco, quasi quasi provo a farla !

Miko ha detto...

ciao, complimenti per le ricette originali e autentiche!
c'e' un sito con il calendario ecclesiastico che citi, e le ricette del monte athos?!? sembra interessante

Great Mangiaregreco ha detto...

ciao Miko
grazie!
ti metto il link delle ricette in inglese.
il sito è anche in greco ovviamente e in russo.

https://www.monastiriaka.gr/en/sidages.php

Posta un commento