04/04/13

panna cotta con blue cheese



  
Mi tocca sempre parlare di lui!!!!  In un modo o nell’altro mi tocca sempre parlare di lui!!!!  A causa del mio amico che è andato ad Atene, ha visitato il negozio di Parliaros,  ha mangiato un sacco di dolci e mi  ha portato oltre a tutto il resto, un librettino con qualche sua ricetta, mi tocca  parlare ancora di lui!!!  
Questa ricettina  ha attirato la mia attenzione per l’abbinamento dolce salato, e anche perché la panna cotta finora l’ho  sempre mangiata nella sua versione classica, a volte profumata con della masticha, ma sempre come dessert e mai in una versione più sapida. Evidentemente ci voleva Parliaros e io che sono una sua fan lo seguo!!!

A mio parere va benissimo a fine pasto, muovendosi bene tra insalata, formaggio e dessert.


Ingredienti:
-          100 gr. panna 36%
-          16 gr. di latte intero
-          10 gr. di zucchero semolato
-          3 gr. di gelatina (colla di pesce)
-          40 gr. di blue cheese (roquefort per me)
Procedimento:
Versiamo la panna, il latte e lo zucchero in un pentolino e mettiamo sul fuoco. Appena comincia a gonfiarsi ritiriamo dal fuoco e aggiungiamo la gelatina che avremmo precedentemente fatto ammorbidire in acqua fredda. Mescoliamo e uniamo il formaggio tagliato a dadini. Frulliamo con il minipimer e lasciamo che il composto raffreddi un poco. Distribuiamo in formine e sistemiamo in frigorifero per almeno 5 – 6 ore.
Togliamo dalle formine e serviamo con pomodorini, insalatina verde, (io come si vede ho messo qualche foglia di basilico e nella versione non fotografata spinacino e rucola) pepe macinato fresco e un poco di olio evo.
In alternativa, serviamo con una sauce di miele, fatta con 60 gr. di miele e 10 di acqua.  Mescoliamo il miele con l’acqua tiepida e aggiungiamo un misto di pepe bianco, nero e rosa.




10 commenti:

Chiara Giglio ha detto...

molto invogliante, l'abbinamento dolce/salato mi attrae, un bacione !

Gambetto ha detto...

Sai che mi chiedo quale possa essere il sapore. Quanto c'è di componente acida? Pensi che con qualche albicocca reidratata o qualche noce o anche qualche pistacchio ci stia bene?
PS
Sono convinto che se dalla Grecia ti portassero anche lo scontrino di un supermarket di periferia troveresti ispirazione...e questo per me è davvero bellissimo! :)

Lenia ha detto...

Che ricetta originale!Sembra buonissimo!
filakia!

ΕΛΕΝΑ ha detto...

Αντε να αντισταθείς σε τέτοια λιχουδιά!
Και τι όμορφα που μας το σερβίρισες Ειρήνη μου!
Φιλιά!

matematicaecucina ha detto...

molto goloso e bella la presentazione
lo proverò con la salsa di miele che consigli, mi intriga!

edvige ha detto...

Adoro il rochefort...abbinamento splendido bravissima copiato. Buona fine settimana cara ciaooo

grEAT ha detto...

@chiara
grazie chiara. quando scopiazzo scopiazzo!!!! :)
un abbraccio e buon fine settimana.

@gambetto
il tuo ps è vero! :)
la componente acida è data dal pomodoro. per il resto hai ragione. non credo mi piacerebbe con la frutta disidratata, ma una manciatina di pistacchi tritati penso starebbe bene.

grEAT ha detto...

@lenia
grazie! parliaros è una garanzia!!!
buon fine settimana lenia.

@elena
σε ευχαριστω ελενα μου! σου ευχομαι καλο σαββατοκυριακο με ηλιο και ζεστη. εμεις εδω εχουμε εναν ατελειωτο χειμωνα, ακομη δεν ειδαμε θεου προσωπο!!!!

@laura
devo dire che anche a me intriga con il miele, è nella lista "fare"!
buon fine settimana e salutami il piccolino!

@edvige
grazie cara. il roquefort rientra tra i miei formaggi preferiti.
un abbraccio

giulia pignatelli ha detto...

Sai che è proprio una bella ricetta?!?! Però, non è che il latte intero è 160 gr, hai scritto 16 e mi sembra strano... buona domenica!

grEAT ha detto...

@giulia
no, no, è proprio 16!!!ti dirò che anche a me è sembrato un pò strano all'inizio ma è così.
buona domenica. speriamo che non venga a piovere ancora!!!! :)

Posta un commento