18/01/13

mydia saganaki /cozze saganaki



 Il saganaki più famoso e più semplice è fatto  con il formaggio. Una fetta di formaggio infarinata e fritta nell’olio è un antipasto saporito e veloce  molto usato nelle case e proposto alle taverne.

E difatti, quando chiediamo semplicemente  un “saganaki” e non specifichiamo cosa, ci vediamo portare quello con il formaggio.
Il termine saganaki, deriva dalla parola “sagani” cioè una padella a due manici. Saganaki, che è un diminutivo, vezzeggativo, è un padellino a due manici, generalmente monoporzione.
Oltre al saganaki con il formaggio, altri saganaki famosi sono i “gamberi saganaki” chiamati anche “gamberi mikrolimano” che è anche uno dei pochi piatti famosi  del Pireo  e dintorni (Mikrolimano è un porticciolo stupendo del Pireo) e le “cozze saganaki” che è il piatto che segue.
Il peperone è un’aggiunta mia. Volendo, si omette e si aggiunge del prezzemolo tritato.
Il post è dedicato a mia figlia che adora le cozze e le fa spesso.


Ingredienti:
-          1 rete di cozze
-          100 gr. di feta
-          1 peperone verde (meglio  il corno)
-          1 cipollotto
-          1 peperoncino piccante tritato
-          un pizzico di sale
-          una tazzina abbondante da caffè di passata di pomodoro
-          qualche cucchiaio di olio evo
Procedimento:
Laviamo le cozze sott’acqua corrente, le raschiamo con un coltello per togliere le impurità dal guscio e togliamo la barbetta.  Puliamo i gusci strofinandoli  con una spugnetta di acciaio, le sciacquiamo velocemente  e le mettiamo in una padella con poca acqua a fuoco basso per pochi minuti.  In alternativa le apriamo a crudo ma è un’operazione che richiede una certa capacità.
Quando si saranno aperte, togliamo la polpa dai gusci tenendo qualcuna con il guscio per la decorazione.
Tagliamo a rondelle il cipollotto e lo facciamo appassire  in una padella a fuoco basso nell’olio insieme al peperoncino. Uniamo  il peperone tagliato a strisce e la passata di pomodoro diluita con  una tazzina da caffè di acqua.  Cuociamo per circa quindici minuti, o comunque per  il tempo che serve per far restringere di circa un terzo la salsa e ammorbidire il peperone, uniamo le cozze, saliamo leggermente e cuociamo per circa 3 minuti.
Sbricioliamo la feta con le mani, la spargiamo sul saganaki, mescoliamo e ritiriamo dal fuoco.
Serviamo con del buon pane, ben disposti a fare la scarpetta a palla!  Delizioso!!!!!



15 commenti:

Gambetto ha detto...

Io "saganakierei" qualsiasi cosa...sempre munendomi di abbondante pane ovviamente! :) eheheheheh
Bella ricetta e come sempre ottimo spunto per variare :)

annaferna ha detto...

ciao Irene
buonissimo e stai certa che lo provo! qui le cozze non mancano di certo ahahah...
baci e buon w.e.

Edith Pilaff ha detto...

Buonissimo,concordo sul fatto che aprire le cozze a crudo richiede una certa capacita'.Ho smesso di imitare mia madre,che le apre con facilita',perche' mi son tagliata dozzine di volte.
Penso ad una scarpetta clamorosa...
Un bacione!

grEAT ha detto...

@gambetto
anche io veramente! :) la scarpetta è obbligatoria. se si vuole tenere un bon ton meglio cambiare ricetta, anche se pare che ultimamente il bon ton si sposti sul non sperpero! stai a vedere che sarà molto in fare la scarpetta! :)

grEAT ha detto...

@annaferna
ah! sicuramente da te le cozze non mancano. sono sicura che ti piacerà.
un abbraccio

@edith
pure io mi sono tagliata diverse volte; :) ora mi metto i guanti sempre e comunque!
buon fine settimana
un abbraccio

ΕΛΕΝΑ ha detto...

Ειρήνη μου οι φωτογραφίες σου με τσάκισαν!!!!
Λατρεμένο σαγανάκι, μου φέρνει στον νου μόνο όμορφες στιγμές!
Φιλιά!

Caterina - La cucina di Tatina ha detto...

Irene, grazie come sempre per le tue precisazioni, ero convinta che saganaki fosse solo quello con il formaggio, per altro ottimo. Eh, ma con le cozze...delle fette di pane e chi si stacca più? Un abbraccio!

Neli ha detto...

Ωραίο πιάτο μου αρέσει πάρα πολύ ,εγώ δεν βάζω μέσα το κελυφος αλλά νομίζω αν το βάλεις του δινει πιό ωραία όψη,καλό βράδυ Ειρήνη μου.

giulia pignatelli ha detto...

che bella ricetta... mi piace come spieghi i tuoi cibi del cuore, blog bellissimo!

edvige ha detto...

Buonissimo un modo nuovo per noi di fare le cozze ma onetto il peperone non lo digerisco. Noi le facciamo ovviamenente l'impepata, gratinate, impanate e ripiene parte sono ricette partenopee altre del luogo oppure semplicemente aperte e strizzata di limone evviaaaa.
Grazie e buona domenica

grEAT ha detto...

@ elena
το σαγανακι οπως και να το φιαξεις υπεροχο ειναι. εκανα αυτη την αναρτηση για την κορη μου που λατρευει τα μυδια και την φετα!!!!
καλο σαββατοκυριακο

@caterina
grazie. sei sempre molto carina.
un bacio a te e uno alla signorina! :)

@νελλη
να σου πω την αληθεια το κελυφος το αφησα σε δυο τρεις ετσι για το εφφε!!!
καλο σαββατοκυριακο

grEAT ha detto...

@giulia
benvenuta e grazie. sono proprio contenta! :)
buona domenica

@edvige
il peperone è una mia aggiunta. tu mettici il prezzemolo! :)

Chiara Giglio ha detto...

adoro le cozze anche io e proverò questa magnifica ricetta ! Buona serata Irene, un bacione...

grEAT ha detto...

@chiara
se ti piacciono le cozze la adorerai! :)
buona serata cara.
un abbraccio

brutaltango ha detto...

μπελλω

Posta un commento