02/11/12

polpettine di cannellini



L’aspetto del modo greco di stare a tavola che più mi piace, e sempre di più mi piace, è la condivisione. La portata che esprime meglio questo senso è l’insalata. Grande piatto di pomodori per l’estate, di lattuga per l’inverno,  che si posa nel centro della tavola e si consuma insieme al resto dei piatti. Mentre si mangia il  piatto principale,  ogni tanto si allunga la mano, si prende una forchettata di insalata e si torna al proprio piatto. D’estate, con l’insalata di pomodori condita con abbondante e squisito olio di oliva, si puccia con la mano un pezzo di pane nell’olio, qualcuno usa schiacciare un pezzo di pomodoro con il pezzo di pane per improvvisare un boccone di bruschetta, qualcuno raccoglie con il pane un po’ di cipolla.
Nulla esprime meglio il senso di condivisione, di empatia e di simpatia. Il condividere è espressione di piacere e di dovere. Non è piacere riservato a sé stessi.
Chissà.....Magari questo modo di condividere diventerà un trend una volta o l’altra, come è diventato il finger food che alcuni greci che viaggiavano in Europa cominciavano a considerare imbarazzante! 


Lessiamo 200 gr. di cannellini e separatamente una patata di medie dimensioni. Scoliamo i cannellini e sbucciamo la patata. Schiacciamo tutto con la forchetta, saliamo, aggiungiamo un uovo, una cipolla bionda  che avremmo fatto appassire in un poco di olio evo e amalgamiamo bene tutto. Se serve aggiungiamo un pò di pangrattato. Formiamo delle polpettine che impaniamo con uovo e pangrattato che avremmo mescolato con un poco di peperoncino frantumato.
Cuociamo al forno per una ventina di minuti a 170 gradi. 
Stanno bene con la salsa chermoula.


18 commenti:

Chiara Giglio ha detto...

condivido le tue parole Irene,da millenni i Greci hanno insegnato al resto del mondo cosa significhi la condivisione e la convivialità a tavola!Deliziosa ricetta,una polpettina tira l'altra...Buona giornata cara, un abbraccio...

Gambetto ha detto...

Mi piacciono i tuoi post perchè sono ellenici nello spirito, trabbocano di quel senso di convivialità e 'apertura' tipica della Grecia a tavola. Ho imparato più a stare a tavola con i miei amici sull'Egeo che a rileggere pagine di storia odierna dove tutto è ridotto a numeri ed analisi noncuranti della cultura.
Mi si stringe il cuore a vedere piazza Sintagma in certe immagini, sapendo quanto ancora il resto d'Europa debba imparare dai greci...
Sorry per lo sfogo...adesso torno a sorridere per queste splendide polpettine fritte!!
Ah quanto sei vicina alla cultura gastronomica napoletana...nemmeno lo sospetti secondo me! :P eheheheh

grEAT ha detto...

@chiara
grazie. stare in una tavolata greca è un'esperienza!!!! :) non è solo mangiare

@gambetto
mi sto sforzando di ricordarmi i lati buoni dell'essere greco oggi che inevitabilmente si agganciano all'essere greco di ieri che con leggerezza abbiamo rinnegato con i risultati che si vedono......
non conosco napoli grrrrr!!!!!!!! e non voglio rifarmi agli stereotipi,( per quanto svelino realtà) quindi sto zitta ma ti ringrazio.
le polpettine sono al forno ma ti perdono perchè fritte sarebbero pure meglio. la prossima volta!

annaferna ha detto...

ciao Irene
buonissime queste polpettine!!!
e si mi hai fatto pensare che la maggior parte di noi che abbiamo imparato ad amare la cucina greca da quando siamo stati in vacanza in questa tua meravigliosa terra,abbiamo assaporato le pietanze legate alla stagione estiva!! ma chissà che bontà anche in inverno!!!! Le insalate mangiate a Kos ancora le sogno la notte!! ahahah buonissime..
baci e buon w.e.

Gambetto ha detto...

Hai perfettamebnte ragione ma il mio è stato un lapsus dovuto al fatto che per definizione sono fritte queste polpettine tra l'altro io mentalmente volevo scrivere al forno visto che solo così le avrei rifatte. Insomma che sono rinco è vero, che sono un morto di fame per i fritti pure...e questo è il risultato del mio commento :P ehehehhe
Perdonato lo stesso?? :)

edvige ha detto...

Sei una preveggente.....ho giusto dei cannellini che studiavo cosa fare e questa sarà la loro morte.....buona lunga fine settimana.

grEAT ha detto...

@annaferna
si è proprio così. la cucina greca che si conosce in genere è quella estiva. ma può anche succedere che qualcuno cerchi anche il resto.
baci a te

@gambetto
mah, sono propensa a perdonarti; sul fritto non si discute: sempre meglio è!!!

@edvige
ma sono veramente contenta di averti dato un'idea.
buon fine settimana a te

irene

Neli ha detto...

Καλό μήνα Ειρήνη μου ,πολύ νόστιμα κεφτεδάκια,θα τα φτιάξω αυτά,καλό βράδυ ,καλό Σαββατοκύριακο.

grEAT ha detto...

@neli
δεν θα το μετανοιωσεις νελη μου. καλο μηνα και σε εσενα.

φιλακια

Ειρήνη Ε. ha detto...

Ειρήνη, καλό μήνα. Εμείς οι Έλληνες ξέρουμε τι θα πει " η χαρά του καλοστρωμένου τραπεζιού" και την ευδαιμονία που προσφέρει στους συνδαιτημόνες. Γι΄αυτό και στα μεζεδάκια είμαστε οι πρώτοι!! Έχουμε τα καλύτερα και τα περισσότερα είδη μεζέδων. Και ας τα λένε οι αγγλομαθείς finger food. Μου κίνησαν το ενδιαφέρον οι συγκεκριμένοι κεφτέδες. Γίνονται αφράτοι. Τα φασόλια cannelliini, ποια είναι; Υπάρχει αντιστοιχη ποικιλία στην Ελλάδα;
Καλό Σαββατοκυριακο.

grEAT ha detto...

@ειρηνη
ακριβως οπως τα λες. τα μεζεδακια που τωρα πια λεγονται finger food, αλλα εγω αρνουμαι να χρησιμοποιησω αυτην την εκφραση οσον αφορα την ελληνικη κουζινα ειναι αμετρητα και ο λαος μας εχει τεραστια φαντασια για να τα εφευρει.
τα καννελλινι ειναι αυτα τα ασπρα φασολια που φιαχνουμε φασολαδα. μπορουν να γινουν και με ας πουμε με γιγαντες αλλα αφου στο τελος πολτοποιουνται για να γινουν κεφτεδακια δεν υπαρχει λογος να τα ακριβοπληρωσουμε.
καλο μηνα και σε εσενα και καλο σαββατοκυριακο.

Vaty ♪ ha detto...

La descrizione dei commensali mi ricorda molto la tradizione thai. Anche noi stiamo intorno ad una tavola dove mescoliamo il piacere del Cibo (i thai hanno una passione per i sapori piu "sfidanti") con il piacere di stare insieme ! Questa polpettone sono deliziose

cristina b. ha detto...

condividere un piatto è bellissimo e spesso un gesto che esprime una lunga storia e tradizione (mi vengono in mente mille esempi, dal couscous nelle case arabe alla polenta sul tavolo dei contadini italiani...).
le tue polpettine sono perfette :)))

grEAT ha detto...

@vaty
grazie vaty. non conosco il tuo paese di origine che sono sicura sia bellissimo anche per il modo di stare a tavola.
buona domenica

@cristina
hai perfettamente ragione. io amo questa condivisione anche perchè allena la disciplina e la morigeratezza.
grazie

Faby ha detto...

Queste polpettine voglio proprio provare a farle devono essere golosissime...adoro il tuo paese e mi fa piacere sapere che con le tue ricette posso provare a risentirne il sapore...un abbraccio

grEAT ha detto...

grazie faby. un abbraccio a te.

Penelope ha detto...

Τι όμορφα που μοιάζουν Ειρήνη μου! Έτσι μέσα στο περιτύλιγμά τους, μου θύμισαν λίγο το χωνάκι από χαρτί που έβαζαν οι καστανάδες τα ψημένα κάστανα!
Έτσι ζεστούτσικα και αφράτα θα τρώγονται γρήγορα-γρήγορα τούτα τα "κεφτεδάκια" σου.
Καλό βράδυ εύχομαι.

grEAT ha detto...

@penelope
ετσι ακριβως ηθελα να φαινονται. στο χωνακι! :)
σε ευχαριστω πολυ
καληνυχτα

Posta un commento