29/08/12

melanzane alla scapece col pomodoro (melitzanes skordostoubi)



Si, lo so che la scapece si fa senza pomodoro e con la menta. Ma questa che io chiamo  sorta di scapece ci va vicino e leggendo come si fa forse ne converrete!!!
Il piatto è una specialità di Zante, ma io pur essendovi stata diverse volte non l’ho mai mangiato. Non in loco. L’ho mangiato ad Atene, a casa di una mia amica che non ama cucinare, tanto che quando la incontro mi porta sempre a mangiare fuori, ma quella volta si è fatta prendere dalla pigrizia, non aveva voglia di vestirsi, truccarsi etc..... quindi ha pensato di fare questo che  essendo molto facile le riesce bene e già che stavamo a casa potevamo darci all'aglio senza che ci preoccupassimo dell'alito!!!!! e così l'abbiamo mangiato sul balcone vista mare con una bottiglia di vino bianco.
La ricetta non gliel’ho chiesta, li per li, ma ricordandomi del piatto successivamente, l’ho cercata nel web, l'ho trovata anche sul blog di  Anghelikì che a Zante ci vive, e se non lo sa lei!!!!! La mia si presenta un poco diversa, l’ho fatta alla maniera della mia amica che mi ha ragguagliata per telefono e  quindi gliela dedico!!!!


Mettiamo a scolare in uno scolapasta delle fette un po’ grossine di melanzana cosparse di sale grosso per far perdere l’eventuale sapore amarognolo. In realtà questo passaggio  spesse volte mi sembra uno in più, lo faccio per abitudine, questo amaro non esiste più  praticamente, anyway, dopo un’ora le sciacquiamo, le asciughiamo bene bene e le friggiamo leggermente in olio bollente, quale olio fate voi, io per friggere uso sempre olio di arachidi. Userei l’evoo ma con quello che costa meglio evitare.
Mettiamo le melanzane in carta assorbente, e prepariamo una salsa  con qualche cucchiaiata di evoo e dei pomodori concassè. Saliamo e cuociamo a fuoco bassino finchè il pomodoro non si sia ridotto di un terzo. Versiamo indi 2 cucchiai  di aceto di buona qualità  e cuociamo ancora per un paio di minuti.
Mentre il sugo cuoce, tritiamo al coltello un paio di spicchi di aglio, ma anche di più se vi piace.
Prendiamo una pirofila e sistemiamo uno strato di melanzane, versiamo sopra un poco di salsa e spargiamo un po’ dell’aglio tritato. Proseguiamo a strati allo stesso modo e finiamo con pomodoro e aglio.
Inforniamo per una ventina di minuti a 180 gradi. 
Lasciamo intiepidire e con una buona dose di self control mangiamo con eleganza perchè d'istinto ci si tufferebbe!!!!!


10 commenti:

Chiara Giglio ha detto...

buone fatte così,me le segno Irene! Buona giornata...

Claudia ha detto...

ma dai!!!!son stata a Zante ma non l'ho assaggiate nemmeno io!!! sembrano proprio buone buone.. baci e buona giornata .-)

Neli ha detto...

Καλημέρα Ειρήνη μου έδωσες ιδέα τι να φτιάξω σήμερα ,πολύ ωραίο και πολύ νόστιμο ,φιλάκια.

Dana ha detto...

Tornata dalla vacanze, mi rimetto in pari e leggo tutte le ricette postate: che spettacolo! Più vado avanti e più mi viene fame, mannaggia!
Grazie,
Dana

grEAT ha detto...

@chiara
so che apprezzi la cucina greca e credo apprezzerai anche questa.
un abbraccio

grEAT ha detto...

@claudia
ho idea che non l'abbiamo trovata perchè non è considerata roba da turisti, anche se considerare me turista è un ossimoro!!!! :)
un abbraccio

grEAT ha detto...

@neli
χαιρομαι πολυ που σου εδωσα ιδεα.
φιλακια καλο βραδυ

ειρηνη

grEAT ha detto...

@dana
sei in arretrato perchè tu hai fatto le vacanze e io no!!!!! :(
ma se tutto va come deve andare, un bel viaggio più in là non me lo toglie nessuno!!!! :)
bentornata

irene

kiki ha detto...

Κάτι μου θυμίζει αυτό! :-)
Μα δεν είναι πεντανόστιμες;;;

grEAT ha detto...

@kiki
ε για αυτον τον λογο στην τελευταια φραση λεω:
"φροντιζουμε να τρωμε με κομψοτητα, διοτι ενστιχτωδως θα πεφταμε με τα μουτρα"!!
καλο σαββατοκυριακο

ειρηνη

Posta un commento