27/06/12

polpo con lenticchie (chtapodi me fakes)



Qualche tempo fa ho sentito parlare per la prima volta dell’impronta idrica. Non sapevo cosa fosse e l’argomento mi ha incuriosito e subito interessato.
L’impronta idrica,  per chi non conosce il termine,  è la quantità  di acqua necessaria per produrre un kilo di un determinato alimento.
Devo premettere che io sono  molto rispettosa dell’acqua. Non la spreco, o comunque sto attenta quando la utilizzo.
Sicuramente perché provengo da un paese in cui non è scontato che l’acqua ci sia a quantità infinite, (del resto non è infinita nel pianeta in generale) e spesse volte è capitato di  non averne per qualche ora, soprattutto d’estate,  tutti noi siamo cresciuti rispettandola e cercando di non farne mai un uso sconsiderato. E ho continuato ad agire allo stesso modo  un po’ per abitudine, un po’ per coscienza ambientale aumentata  negli anni, e così ho educato mia figlia.
Ma non avevo  mai  riflettuto su quanta acqua  serva per produrre gli alimenti.
E le informazioni che ho avuto stanno determinando dei cambiamenti nella mia alimentazione, pur non essendo mai stata grande carnivora e in generale  la mia alimentazione è abbastanza rispettosa sia del corpo umano  che delle risorse. Per educazione, riflessioni e qualche studio.
Ma sapere che per una tazzina di caffè servono 140 litri di acqua per fare un esempio, non è possibile che non induca a qualche riflessione in più.
Di articoli ce ne sono tanti nel web. Qui la piramide idrica per chi volesse avere un'idea a colpo d'occhio, e di seguito un piatto bello, buono e rispettoso!
ispirazione qui



Ingredienti:
-          1 polpo  di circa mezzo chilo
-          200 gr. di lenticchie
-          1 cipolla bianca affettata
-          1 peperone verde  tagliato a pezzi grossi
-          1 pomodoro maturo tagliato a spicchi
-          1 cucchiaio di doppio concentrato di pomodoro
-          pepe nero macinato fresco
-          4 cucchiai di olio evo
-          2 spicchi di aglio interi
-          2 foglie di  alloro
Procedimento:
Cuociamo le lenticchie per mezz’ora in acqua che saleremo verso fine cottura.
Le scoliamo e  le mettiamo  in una casseruola con coperchio, che possa andare nel forno. Io ho usato una di coccio. Aggiungiamo l’aglio e le foglie di alloro.
Sistemiamo sulle lenticchie il polpo  che avremmo precedentemente pulito e uniamo le verdure.
Diluiamo il concentrato di pomodoro  in pochissima  acqua e versiamo sul polpo.
Copriamo e cuociamo al forno a 180 gradi per circa 1 ora e mezza.
Se il polpo non risultasse morbido  prolunghiamo la cottura.
Nel caso ci fossero troppi liquidi, togliamo il coperchio mezz’ora prima di fine cottura.
Si mangia sia caldo che tiepido.




11 commenti:

Gambetto ha detto...

Polpo&lenticchie faccio fatica...chiedo venia...devo sperimentarlo magari in microscopiche quantità e poi potrei lanciarmi per farne il piatto di una sera :P ehehehehehehe
PS
Il rispetto dell'acqua dovrebbe esserci sempre anche a prscindere dall'analisi di quanta ne occorre o "scorre" nel nostro qiotidiano per prodotti apparentemente indipendenti dall'elemento in questione, una forma di rispetto per noi stessi in primis, che siamo fatti quasi solo di acqua :)

Stefania Orlando ha detto...

Non avevo mai pensato a questo aspetto!
Rispetto molto l'acqua e non mi piace sprecarla, dato che vivo pure in un luogo dove ce n'è poca!

Il polpo con le lenticchie mi ispira molto, una novità rispetto alle solite patate che ci metto io :-)

grEAT ha detto...

@gambetto
ti suggerisco di provarlo. magari prendi quei polpetti piccoli con i quali fai polpo con patate tenendo fuori uno. con una manciata di lenticchie provi. poi le lenticchie sono simili alle ventose del polipo, quindi l'abbinamento è perfetto anche visivamente!

@stefania
nemmeno io ci avevo mai pensato, ma ti assicuro che se ci metti il naso resti sbalordita. immagino che dove vivi tu l'acqua non s'ha da sprecare ancora pi che in italia o in grecia, ma ormai riguarda tutto il mondo; solo che alcuni paesi lo vedranno un pò più in là.

irene

Claudia ha detto...

Con le lenticchie è proprio una bella novità.. deve essere squisito.. baci .-) buona giornata

ΕΛΕΝΑ ha detto...

Ειρήνη μου συνδυασμός που ομολογώ, δεν θα σκεφτόμουν ποτέ!!
Δείχνει πολύ πολύ νόστιμο!
Φιλιά, καλή σου μέρα!!

grEAT ha detto...

@claudia
si, una novità! :)
buona serata

@elena
να σου πω, το ειδα ονλαιν, και μου αρεσε οπτικα.
το προτεινω εδω διοτι και γευστικα ειναι πολυ νοστιμο, επιπλεον ενας αλλος τροπος για το χταποδι.
καλο σου βραδυ

Lenia ha detto...

Sembra buonissimo!Un abbinamento molto originale!Da provare!Un bacione!

Günther ha detto...

che bella ricetta , finalmente vedo dei legumi con il pesce, un ottimo abbinamento

matematicaecucina ha detto...

Non mangio volentieri il pesce ma questo piatto mi piace, unire polpo e lenticchie è una cosa interessante e da provare. Laura

grEAT ha detto...

@lenia
grazie cara. un bacione a te e alla bella zante!

@gunther
grazie. anche se a priva vista l'abbinamento sembra curioso, è molto buono e azzeccato.

@laura
ma sai che anche se a me sembra inconcepibile che il pesce possa non piacere, mi capita e nemmeno così di rado di trovare persone che non lo amano? io lo adoro ma probabilmente perchè ci sono cresciuta insieme!!!!
buonissima giornata

irene

Beauty Follower ha detto...

Αυτο πρεπει να το δοκιμασω... δυο απο τα αγαπημενα μου φαγητα μαζι!

Posta un commento