09/05/12

mele fritte




Il mio amore sconfinato e viscerale per il Peloponneso l’ho dichiarato più volte.
Come a più riprese  ho accennato di esserci andata in vacanza  per tanti anni di seguito e averlo girarlo in lungo e in largo.
Una delle mete di alcuni anni fa era l’Arcadia, chè è una divisione politica della penisola.
E' situata proprio  nel centro, il suo accesso quindi  al mare è abbastanza limitato; in compenso la conformazione montuosa offre deliziosi paesi di montagna, come Dimitsana, Vitina, Lagadia; quest'ultimo  è conosciuto come il “villaggio sospeso”, perchè costruito su un ripido pendio del monte  Menalos e quasi  sospeso sulla gola che forma il fiume Tuthoas.
La stazione sciistica e la relativa vicinanza ad Atene (poco meno di 250 km), la rendono una meta ideale per i fine settimana invernali dagli ateniesi. (ho giurato di non parlare di politica, economia o altro in questo blog, perciò mi cucio la bocca e non dico niente sul fatto che dubito che gli ateniesi riescano a fare dei fine settimana in montagna ormai.......)
Comunque, voi andateci. E fate provviste di prodotti locali. Formaggi, pasta, miele. Magari anche mele.

Una delle città più importanti della regione è Tripolis, situata a circa 650 mt. di altezza e con 25.000 di abitanti, cui tanti si occupano della coltivazione della mela DOP  “Pilafa Delicious” quella conosciuta da tutti come “milo Tripoleos”.

A questo prodotto dedicherò prima o poi un post; per ora posto questa ricetta, semplice, facile, veloce, deliziosa, naturale.
E’ della zona, ovvio!!!!!



Ingredienti:
-          2 mele (in mancanza di mele di Tripoli, usate quelle che volete, io ho usato le red  delicious)
-          4 cucchiai di zucchero semolato
-          3 cucchiai di farina per tutti gli usi
-          qualche goccia di limone
-          olio per friggere
Procedimento:
Grattugiamo le mele dai fori grossi della grattugia, dopo averle lavate e asciugate. Se volete sbucciatele, io ho lasciato la buccia. Mescoliamo con qualche goccia di limone e mettiamo in uno scolapasta per mezz’ora per far perdere un po’ di liquido.
Mescoliamo con la farina e lo zucchero.
Friggiamo buttando in olio bollente la pastella a cucchiate.

Serviamo calde con zucchero e cannella.




17 commenti:

Gambetto ha detto...

Potrei fare anche un gesto insano per provarle...e qui sono più serio di quanto tu possa credere :)
PS
Comprendo e rispetto la scelta di non parlare di altro che non sia la cucina in questo spazio anche se sinceramente non mi dispiacerebbe con te confrotntarmi anche con l'attualità e questo solo perchè sono certo che dalla tua intelligenza caustica trarrei ampi spunti di riflessione...
E'un invito che so cadere a vuoto...ma pensaci non si sa mai :)

mm_skg ha detto...

Ma sono tanto deliziosi! Devo provarle!
Καλημερα Ειρηνη!

Ερμιόνη ha detto...

Ωραίο, εύκολο και πολύ λαχταριστό!
Καλημέρα Ειρήνη!

Μarion, ha detto...

Κάτι σαν τηγανίτες μήλου ?
Πολύ ωραίο κι εύκολο Ειρήνη και πεντανόστιμο.

Φιλιά :)

grEAT ha detto...

@gambetto
sa tanto di invito tranello!!! e ne hai ben donde, sapendo che ci sono già cascata una volta!:)

@marina
guarda se ami i sapori non dolcissimi con un retrogusto di acidulo, ti assicuro che sono una delizia.

@ermioni
καλημερα, σε ευχαριστω πολυ.

@marion
ναι, κατι σαν τηγανιτες μηλου. οντως φιαχνεται με το τιποτα, και ειναι πεντανοσιμο.

ειρηνη

ΕΛΕΝΑ ha detto...

Αχ και τι δεν θα δινα γι αυτην την πηρουνίτσα!
Με μπόλικη κανελίτσα!!!
Φιλιά, καλό μεσημέρι!

Gambetto ha detto...

Hahahahahahaha!! :DDDDDDDDD

Lenia ha detto...

Che delizia!Gnam,gnam!Semplice,ma buono!Un bacio!

Mijú ha detto...

Muy ricas las manzanas.
Un saludito

ornella ha detto...

Irene cara, pensavo di scendere per Pasqua nel mio amato Peloponneso invece ho dovuto per forza prendere altre vie..E' difficile non parlare di politica di questi tempi ma da come ho visto la situazione anche in Italia mi sembra che avanzino pochi soldi anche lì per fare le vacanze :-(
Mele fritte? Mai sentite ma so già che mi piaceranno tantissimo! Un abbraccio

grEAT ha detto...

@lenia
grazie! un bacio a te

@mijù
ciao!!!

@ornella
ben tornata!!!
è un gran disastro cara. si contanto i suicidi ogni giorno. un bollettino di guerra!!!! :(

irene

annamaria ha detto...

Ciao cara amica che bello ritrovarti. Quella parte della Grecia la conosco anch'io ma non sapevo dell'esistenza della mela denominate Tripoleos. Bene a sapersi.
Ottima la tua ricetta molto profumata.Un bacio.

grEAT ha detto...

@annamaria
ma ben tornata! che piacere rileggerti!
un abbraccio

irene

Anonimo ha detto...

Irene, grazie per la ricetta, ma soprattutto grazie per avermi riportato alla memoria un viaggio nel Peloponneso fatto.......quasi 30 anni fa! Mi ricordo benissimo di Tripoli e della sua stazione dei pullman dove arrivai in un caldo pomeriggio d'agosto.
Il tuo blog è sempre ricco di spunti interessanti e mi fa tornare giovane!
44gatti

grEAT ha detto...

@44gatti
grazie. ti dirò che anche la grecia che ho vissuto io prima di trasferirmi in italia risale a 30 anni fa!!!!

Ειρήνη Ε. ha detto...

Ειρήνη, τα λάτρεψα τα τηγανητά σου μήλα! Διαφορετική παρουσίαση και ιδανική λύση, για ένα γρήγορο γλυκάκι. Αν μάλιστα έχουμε και απρόσμενους επισκέπτες, μαζί με λίγο παγωτό κρέμα, το τέλειο κέρασμα, αλλά και σαν γλυκό κλείσιμο ενός φιλικού δείπνου, θα μου άρεσε πολύ.
Φαντάζομαι, δεν θα έμεινε ούτε πηρουνιά!
Καλό μεσημέρι.

grEAT ha detto...

@ειρηνη
εχεις δικιο. με μια μπαλα παγωτο θα ειναι υπεροχα.

Posta un commento