18/10/11

pita con zucchine e riso

In linea generale, in una pita con le verdure ci va il formaggio. Questa non ce l’ha per due motivi. Il primo è che è fatta per gli amici vegan. Il secondo, perché i formaggi greci sono molto saporiti. Sicuramente la feta che del resto è l’unico che si trova da noi.
Per questa pita volevo ottenere un risultato molto delicato, che si sentissero i sapori degli ingredienti senza l'aggiunta di altri forti. 
Le zucchine provengono dall’orto della mia vicina di casa che ringrazio!

Ingredienti: (teglia tonda diam. 20 cm.)
per la pasta
-          1 tazza da the di farina per tutti gli usi
-          1 tazzina da caffè di acqua calda
-          un pizzico di sale
-     2 cucchiai di olio evo
-          olio evo per ungere la pasta
per il ripieno
-          1 tazzina da caffè di riso (io ho usato l’originario)
-          1 cipolla bianca tritata
-          1 cipollotto tritato (anche le foglie verdi)
-          2 zucchine grosse
-          prezzemolo tritato
-          sale
-          pepe nero appena macinato
-          4 cucchiai di olio evo

Procedimento:
Per prima cosa prepariamo il ripieno.
Grattugiamo le zucchine dai fori grossi della grattugia. In una padella versiamo l’olio e facciamo appassire lentamente la cipolla e il cipollotto. Aggiungiamo le zucchine, facciamo insaporire e versiamo il riso. Mescoliamo e lasciamo  cuocere per una decina di minuti. Normalmente l’acqua delle zucchine è sufficiente. senza aggiunta di altra acqua. Se vediamo però che asciuga troppo ne aggiungiamo mezzo mestolo.
Verso la fine  versiamo il sale e il pepe e mescoliamo. Aggiungiamo il prezzemolo, mescoliamo e ritiriamo dal fuoco. Lasciamo che raffreddi e nel frattempo prepariamo la pasta.
Sulla spianatoia versiamo la farina, facciamo un buco e versiamo l’olio, l’acqua e il sale. Lavoriamo bene l’impasto finchè non diventi liscio, morbido e omogeneo.
Copriamo e lasciamo riposare per mezz’ora.
Dividiamo l’impasto in 12 pezzi. 6 pezzi meglio che siano appena più grandi, perché sono quelli che serviranno per gli strati inferiori.
Prendiamo un pezzo alla volta, copriamo i restanti, infariniamo la spianatoia, e con un mattarello sottile tiriamo la pasta in una sfoglia sottilissima. Il diametro del mattarello è circa la metà di un manico di scopa.
I primi 6 pezzi li tiriamo un po’ più grandi delle dimensioni della teglia dove andremo a cuocere la pita.
Man mano che prepariamo le sfoglie, le mettiamo una sopra l’altra con un po’ di farina tra di loro perché non si attacchino e copriamo con un tovagliolo pulito.
Se qualcuna dovesse bucarsi, poco male. Con la cottura si sistema tutto.
Oliamo la teglia, mettiamo sopra una sfoglia e la oliamo con un pennello. Procediamo allo stesso modo per tutt’e 6. Stesa la sesta, versiamo il ripieno e lo livelliamo bene con un cucchiaio. Giriamo i bordi delle sfoglie sull’impasto stesso.
Procediamo con tutte le altre 6 sfoglie, oliandole.
Quando avremo sistemata l’ultima sfoglia, la oliamo e spruzziamo un pochino di acqua con la mano bagnata. Serve per farla diventare dorata e croccantina.
Tracciamo con un coltello affilato i pezzi per come li taglieremo senza arrivare fino in fondo e cuociamo a forno preriscaldato a 180 gradi per circa 40  minuti.
 

13 commenti:

simonetta ha detto...

Grazie per la descrizione della pasta, anche perché il Italia si trova difficilmente la pasta fillo

ΔΥΣΠΙΣΤΟΣ ha detto...

Αφού δεν γράφεις την συνταγή στα Ελληνικά, στέλνω στο mail σου, την μετάφραση του google.
Έχει πολύ γέλιο.......

Καλημέρα και φιλιά Θεσσαλονικιώτικα!!

LILA ha detto...

Μa che bella pita!! Mi piace molto da vero!!!

irene ha detto...

@simonetta
alla prossima chè posterò, vedrò di mettere anche un video che faccia vedere come tirare la fillo. io non la compro. preferisco farla!

@σταυρος
οντως, ειναι για γελια, αλλα ισως με λιγη προσπαθεια κανεις καταλαβαινει.

@lila
sono contenta che ti piaccia!
bravissima!

nadia ha detto...

Irene, che meraviglia questa pita. Sarebbe molto interessante il video con il procedimento per la pasta, aspetto! :-)

/Alessandro ha detto...

Che bello scoprire il tuo blog! Grazie della visita e adesso mi registro fra i tuoi lettori. Ciao!

Alessandra Gennaro ha detto...

strabiliata. Non la conoscevo- e ora sono basita di fronte alle mille analogie con le nostre torte. Senza volere,nella news letter che ho inviato agli sfidanti all'mtc, ho detto che noi genovesi facevamo le sfoglie, ma non inventavamo la fillo :-)
al solito, vi siamo sempre debitori di quel passo in avanti, con cui ci avete spianato ogni strada.
e se me la prendessi :-), per un bel fuori concorso? intanto, la linko su Fb!
grazie!

grEAT ha detto...

@ ale
le tue parole sono musica per le mie orecchie.
certo che la puoi prendere. ne sarei orgogliosa.

irene

ema.arricciaspiccia ha detto...

Che buona questa torta e queste sfoglie devono essere croccantissime! E le zucchine dell'orto, un garanzia! Complimenti davvero! Anche per la maestria con la quale hai steso la sfoglia!
Un bacione!
Emanuela

Vitto da Marte ha detto...

Ma che bella! mi pare di sentire il profumo!

grEAT ha detto...

@ema
ti ringrazio tanto. si le zucchine dell'orto erano delicate e buone e anche per questo motivo non ho messo del formaggio.
un abbraccio

@vitto
ma grazie.

roberta cobrizo ha detto...

b-e-l-l-i-s-s-i-m-a!

Mila ha detto...

Grazie per essere passata a trovarmi... Non conosco tanto la cucina greca, ma le poche cose che ho mangiato mi sono piaciute mooooolto!!!
Un abbracciotto

Posta un commento