07/07/11

zucchine ripiene di bulgur (kolokithakia ghemistà me pligouri)



In  Grecia e in tutto il medio oriente il bulgur è conosciuto e consumato da sempre.
E’ frumento  integrale  cotto al vapore, fatto seccare  e spaccato con appositi macchinari. Ha quindi tutte le proprietà nutritive dei cereali integrali.
Si trova sia spaccato grosso che fine. Secondo l’uso si può optare per una versione o per l’altra.
Una volta si faceva pure in casa, con dei macchinari casalinghi.
Sostituiva il riso in epoche in cui quest’ultimo non era di così facile reperibilità e il suo costo risultava proibitivo per tanti. Tutte le preparazioni che si fanno con il riso, si facevano  con il bulgur.
Poi, per diversi decenni è stato trascurato, snobbato,  e quasi dimenticato. Tanto, che a proporre verdure ripiene con il bulgur sembrava quasi un’eccentricità.
Negli ultimi anni sta vivendo una stagione di riscoperta.   E per fortuna.
Non posso dire che l’ho amato da piccola. Anche per me è una riscoperta degli ultimi anni.
In Italia è una scoperta abbastanza recente. La sua versione più frequente e conosciuta è il tabulè.
Io oggi propongo un impiego diverso.
Ingredienti:
-          3 zucchine
-          1 tazzina da caffè di bulgur
-          2 pomodori maturi
-          1 cipolla bianca tritata
-          1 spicchio di aglio tritato
-          prezzemolo tritato
-          mentuccia tritata
-          4 cucchiai di olio extra vergine di oliva
-          sale
-          pepe nero appena macinato
Procedimento:
Laviamo bene le zucchine, tagliamo le estremità  e le tagliamo verticalmente in pezzi da circa 7 cm. Svuotiamo con l’apposito attrezzo ogni pezzo. Se non abbiamo l’attrezzo usiamo un cucchiaino. Facciamo attenzione a non romperle.
Grattugiamo i pomodori dai fori grossi della grattugia.
In una pentola, facciamo soffriggere con metà olio la cipolla con l’aglio. Aggiungiamo il bulgur e facciamo insaporire.
Aggiungiamo metà della polpa di pomodori e giriamo con un cucchiaio di legno.
Aggiungiamo 2 tazzine di acqua calda, il sale, il pepe  e facciamo cuocere il bulgur finchè non assorba i liquidi. Poco prima di ritirarlo dal fuoco aggiungiamo il prezzemolo e la mentuccia e mescoliamo.
Lasciamo raffreddare.
Riempiamo le zucchine con il bulgur.
Le sistemiamo in una pentola in piedi, versiamo il resto del pomodoro e dell’olio,  una tazza di acqua, saliamo e facciamo cuocere  a fuoco dolce per circa 45 minuti o finchè le zucchine non risultino morbide.
Mangiamo con della feta.

3 commenti:

SpirEat ha detto...

Molto interessante...e, mi pare di capire, si fa tutto sul fuoco, senza passare al forno. Con questo caldo non è male.

Deborah ha detto...

Mamma mamma mamma...lo ribadisco ad ogni tuo post...sei una tentazione unica!!!! Mi chiedo come ho fatto prima senza passare per il tuo blog!!! Sei una miniera di idee golosissime da proporre ad ogni occasione! G R A Z I E !

Isabel ha detto...

Á mí me gustan las fiores, pero en España imposible encontrarlas.
Estos calabacines se ven deliciosos!!

Posta un commento