30/04/11

turkish gozleme o samsà


A casa mia si è sempre fatta questa piadina turca. Mia madre aveva delle amiche che le sapevano fare, e io mi ricordo delle serate in cui si trovavano a cucinarle, le avvolgevano nel cartoccio e le mangiavamo calde.
Gozleme dal turco goz che significa occhio.
In Grecia si chiamano samsà, e sinceramente non sono riuscita a sapere il perché, visto che samsa è un tipico dolce tunisino. Ho cercato nel web, ho chiesto mia madre, ma non ho trovato riferimenti, né risposte.
Ma comunque la si chiami, è squisita e semplice da preparare.
Si possono riempire in tanti modi. Formaggio, verdure, formaggio e verdure, carne, patate, etc.
Io in queste ho usato patate con del salame.
Ingredienti:
per la pasta
-          2 e mezzo tazzine da caffè di farina 00
-          1 tazzina da caffè di acqua tiepida
-          un pizzico di sale
-          1 cucchiaio di olio extra vergine di oliva
per il ripieno
-          4 patate medie
-          1 cipolla bionda tritata
-          olio extra vergine di oliva
-          sale, pepe
-          cubetti di salame (ho usato salame milano)
Procedimento:
In un recipiente versiamo l’acqua, il sale e l’olio e mescoliamo. Aggiungiamo la farina pian piano e lavoriamo bene l’impasto. Dobbiamo ottenere una pasta soda ed elastica.
Lasciamo riposare per 1 ora.
Nel frattempo prepariamo il ripieno. Facciamo lessare le patate, le sbucciamo e le schiacciamo con una forchetta. Soffriggiamo la cipolla nell’olio e quando sarà dorata aggiungiamo le patate schiacciate, il sale e del pepe nero appena macinato.
Mescoliamo e lasciamo raffreddare. Aggiungiamo del salame tagliato a cubetti e mescoliamo.
Prendiamo un pezzo di pasta (dimensione di un uovo) e la tiriamo rotonda, dello spessore di una lasagna.  Spennelliamo con dell’olio l’interno, mettiamo 2 cucchiai del ripieno e lo stendiamo uniformemente sulla metà della piadina. Prendiamo l'altra metà e chiudiamo a   mezza luna. Premiamo con le dita i bordi.
Scaldiamo la piastra (va bene anche una padella antiaderente). Spennelliamo le piadine con un pò di olio da tutt'e due i lati e le cuociamo per circa 3 minuti per parte.
Mangiamo calde.
Con queste quantità ho ottenuto 4 piadine.

7 commenti:

ChefPepe ha detto...

Ciao, queste dovrebbero essere buonissime. Ma che differenza c'è con la pita?

grEAT ha detto...

la pita se fatta con la pasta fillo è multistrati. inoltre si tira sottilissima come carta velina e si cuoce al forno.
questa è più spessa e si cuoce su piastra.

è un pò come dire piadina e torta salata.

ChefPepe ha detto...

Capito!!! GRAZIE mille!

Isabel ha detto...

se parece a la piadina italiana?
Me encantan estos panes ázimos...

grEAT ha detto...

@isabel
si, somiglia alla piadina romagnola.
il concetto è lo stesso
anche a me piace il pane non lievitato

Letiziando ha detto...

Era da un pò che cercavo la ricetta per fare la piadina. Inutile dirti che ti ringrazio e la proverò prestissimo :)

Anonimo ha detto...

La piadina è buona in qualsiasi modo!!!

Posta un commento