28/04/11

okra in umido (bamies laderès)


Le ho trovate!!! Non greche, non fresche, ma le ho trovate! Surgelate ed egiziane. Sono un po’ diverse da quelle greche che sono più lunghe e più sottili, ma l’ortaggio è il medesimo.
Originario dall’Africa,  appartiene alla famiglia botanica delle malvacee.
Ormai si è diffuso in tutti i continenti. In Europa la sua coltivazione avviene sistematicamente in Grecia e in Albania. In Italia è apparsa gli ultimi anni con l’arrivo degli immigrati che lo consumano abbondantemente.
Bamies in greco, si prestano a essere cucinate in tanti modi. In umido con pollo, vitello, fritta, in padella, al forno.
In Grecia è  un ortaggio un po’ bistrattato e snobbato ed è un peccato visto il suo ottimo sapore e la sua versatilità.
Cucinandole, emettono una sostanza viscida che non le rendono  particolarmente gradevoli a tanti. Naturalmente si può ovviare all’inconveniente.
Preparazione:
Se troviamo bamies fresche, le laviamo, tagliamo un pochino a cono l’estremità dalla parte del gambo, saliamo, versiamo un po’ di aceto e le lasciamo così circa 2 ore. Sciacquiamo e asciughiamo.
Se abbiamo bamies surgelate, evitiamo il passaggio della preparazione. Leggiamo sulla confezione le indicazioni relative al loro scongelamento. Normalmente si passa direttamente alla cottura senza bisogno di scongelare.
Ingredienti:
-          400 gr. di bamies
-          1 cipolla rossa tagliata a fette
-          1 spicchio di aglio piccolo tritato
-          10 pomodorini ciliegino
-          2 cucchiai di passata di pomodoro
-          1 peperoncino rosso tritato
-          aneto tritato
-          sale
-          ½ tazzina da caffè di olio extra vergine di oliva
Procedimento:
Scaldiamo l’olio in una padella profonda e facciamo appassire la cipolla con l’aglio e il peperoncino. Aggiungiamo la metà dell’aneto, i pomodorini tagliati a metà, la passata diluita in poca acqua, saliamo  e cuociamo il sugo per 10 minuti.
Aggiungiamo le bamies, mescoliamo molto delicatamente un’unica volta (hanno la tendenza di sciogliersi) e facciamo cuocere per 25 minuti, o comunque finchè diventano morbide. Devono restare un po’ croccanti. Spargiamo l’altra metà dell’aneto e spegniamo.
Serviamo calde o tiepide, con del buon pane e del formaggio feta.

4 commenti:

Lenia ha detto...

Vado pazza per le ocra!E un piatto buonissimo!

Isabel ha detto...

Qué son bamies?

ChefPepe ha detto...

sembrano veramente buone e fresche come gusto!

grEAT ha detto...

@isabel
bamies è il nome in grecia dell'okra, o gumbo, e ho visto adesso a wikipedia, che nei di lungua inglese si chiamano pure lady's fingers.

Posta un commento