30/03/11

peperoni ripieni di riso (piperiès ghemistès)


Un classico della cucina greca sono le verdure ripiene. Pomodori, peperoni, melanzane, zucchine, qualsiasi verdura si svuota e si riempie. Di riso sicuramente, a volte aggiungendo un po’ di carne, negli ultimi tempi di formaggio, e via dicendo … a fantasia …
Ma la versione classica è quella con il  riso. La propongo qui, modificando soltanto la varietà di peperone per  il motivo che spiego alle note, in fondo.

Ingredienti: (per 2 persone)
  •           4 peperoni varietà  “corno”
  •           4 cucchiai abbondanti di riso a chicco lungo 
  •           2 pomodori medi, freschi e maturi
  •           1 cipolla bianca tritata
  •           1 spicchio d’aglio tritato
  •           prezzemolo tritato
  •           mentuccia tritata
  •           sale, pepe
  •           2 cucchiai di pangrattato
  •           8 cucchiai  da minestra di  olio extravergine di oliva
Procedimento:
Lavare i peperoni, tagliare  la calotta dalla parte del gambo e tenerla da parte,  pulirli  da semi e filamenti, lavarli e asciugarli accuratamente.
Lavare  i pomodori e grattugiarli dai fori grossi  della grattugia. Raccogliere succo e polpa in una ciotola.

Mettere  la metà dei  pomodori in un’altra ciotola e unire lo spicchio d’aglio, la cipolla, la mentuccia, il prezzemolo, il riso, sale e pepe.
Aggiungere 4 cucchiai di olio extravergine di oliva, mescolare  bene e lasciare riposare per 10 minuti.
.
Con un cucchiaino, farcire  uno a uno fino a 3/4 i peperoni, premendo leggermente verso il basso. Fare attenzione a non riempire fino all’orlo,  perché il riso con la cottura si gonfia e rischia di fuoriuscire dai peperoni.
Chiudere  l’apertura con la calotta   e  adagiarli  in una pirofila leggermente oliata man mano che sono pronti.

Versare sopra un bicchiere di acqua,  l’altra metà dei pomodori grattugiati, un po’ di sale, 4 cucchiai di olio e cospargere il pangrattato.
Coprire  con della carta stagnola e infornare a forno preriscaldato  per circa 1 ora a 190  gradi. Trascorsa l’ora, scoprire la pirofila e continuare  la cottura per altri 10  minuti.

Ritirare dal fuoco, lasciare riposare 10 minuti e servire come piatto unico accompagnandoli con un'insalata greca.

Note: i peperoni “corno” sono quelli più adatti per questa pietanza. Le altre varietà di peperoni che troviamo , sono molto carnosi e dolci e sovrastano i sapori del ripieno.
Per regolarsi con la quantità di riso, calcolare 1 cucchiaio da minestra  per ogni peperone.
Nel caso avanzasse del ripieno, versarlo  in fondo alla pirofila e procedere con la cottura come descritto sopra.




6 commenti:

anirac ha detto...

che buono!! complimenti per il tuo blog....

In cucina ha detto...

Ho appena finito un romanzo di Márkaris dove il protagonista, Kostas Jaritos, chiede in maniera insistente alla moglie di preparargli i pomodori e i peperoni ripieni; sono venuta subito da te per cercare la ricetta ed eccola!! tra qualche giorno mi rinchiudo in cucina per prepararli...

Anonimo ha detto...

Grattuggiare i pomodori è una novità per me, ma con la buccia?

grEAT ha detto...

si, con la buccia; alla fine una volta grattugiati resta soltanto uno strato sottile di buccia che butti via. a dire il vero io non la butto ma la faccio seccare e la trito.

Anonimo ha detto...

Interessante. E cosa ne fai della buccia seccata e tritata?

grEAT ha detto...

guarda qui.

http://mangiaregreco.blogspot.it/2012/08/fiocchi.html

Posta un commento